Gammaglobuline, cosa sono e cosa fare se sono alte o basse

Le gammaglobuline sono degli anticorpi che aumentano quando ci sia in corso un'infezione o, comunque, un processo infiammatorio. Vediamo le cause e come intervenire

Le gammaglobuline sono una famiglia di anticorpi che si attivano nell’organismo quando vi sia una risposta infiammatoria ad una azione infettiva esterna, interna (ad esempio nel caso di tumori), o autoimmune.

Queste cellule, anche definite immunoglobuline (Ig), sono delle proteine che si concentrano (e pertanto possono essere misurate attraverso un dosaggio ematico), nel plasma del sangue.
Gmmaglobuline

Le gammaglobuline si distinguono in 5 classi diverse di anticorpi, con sigle e concentrazioni diverse. Ecco i livelli considerati normali di ciascuna classe di gammaglobuline:


  • Ig totali, valori compresi tra 600-2300/dl

  • gG 800-1800 mg/dl

  • IgA 9-450 mg/dl

  • IgM 60-28 mg/dl

  • IgD inferiore a15 mg/dl

  • IgE inferiore a 150 I.U./l


La misurazione delle gammaglobuline si effettua attraverso un test del sangue e un altro esame che sovente viene richiesto dal medico, che si chiama elettroforesi delle siero-proteine. Che cosa significa se i livelli delle Ig sono superiori alla norma? In genere, questa condizione è indice di patologie conclamate (ad esempio malattie infettive come la varicella, o la mononucleosi), oppure occulte, come le malattie del fegato, e i tumori.

Un aumento delle Ig, però, può speso essere un indicatore di malattie autoimmuni e allergie ad alimenti o ad altri allergeni. Ecco un elenco delle possibili patologie che provochino un aumento delle Ig:


  • Cirrosi epatica

  • Epatite A, B e C

  • Cancro del fegato

  • Mieloma (malattia tumorale del sangue)

  • Mononucleosi (malattia del bacio)

  • Citomegalovirus

  • Varicella

  • Cistite e infezioni alle vie urinarie

  • Tiroidite di Hashimoto (una malattia endocrina autoimmune)

  • Setticemia

  • Morbo di Hodking

  • Ittero

  • Allergie


Ovviamente tutte queste patologie hanno diversi altri sintomi, quindi per giungere ad una diagnosi, e successivamente ad individuare una terapia, è bene associare tutta una serie di altri esami e test più specifici, oltre ai dosaggi delle gammaglobuline. Le Ig, però, possono essere anche più basse della media, il che può essere sintomo di una immunodeficienza, ma non solo. Ecco le condizioni morbose associate a gammaglobuline basse:


  • AIDS

  • Insufficienza renale

  • Setticemia e infezioni acute

  • Sindrome di Cushing


Anche in questo caso, prima di giungere ad una diagnosi, sarà necessario effettuare altre analisi ed un esame clinico accurato del paziente basato anche sull'osservazione degli altri sintomi concomitanti.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail