Camomilla, i 5 usi per la salute e il benessere

La delicata camomilla, che associamo all'infuso da bere per conciliare il sonno, è una pianta dalle molte virtù terapeutiche. Scopriamo i suoi usi per la salute e il benessere

La camomilla, che noi associamo alla comune tisana contro l’insonnia e il mal di stomaco ricavata dall’infuso dei fiorellini essiccati (le margherite dal tipico profumo), è una pianta officinale dalle notevoli proprietà curative nota fin dall’antichità.

La Matricaria Chamomilla (questo il suo nome scientifico), è infatti ricca di sostanze benefiche non solo per la nostra salute (in quanto principi attivi terapeutici), ma anche per il benessere e per la bellezza. Un prodotto officinale “a tutto campo” che, declinato in varie formulazione, può davvero contribuire, assunto regolarmente, ad alleviare diversi disturbi. Vediamo i principali.

Camomilla


  1. Problemi della digestione, con crampi e bruciori di stomaco, dispepsia, alitosi, gastrite e reflusso. Per alleviare questi disturbi, soprattutto se legati a stati ansiosi o di stress, l’ideale è quello di consumare la camomilla sotto forma di infuso da bere (due tazze al giorno, dopo i pasti principali), oppure di assumere le capsule di estratto secco
  2. Gengiviti e stomatiti con sanguinamento gengivale, ascessi dentali. Per lenire le infiammazioni e ridurre il gonfiore, si possono effettuare delle medicazioni con la tintura madre di camomilla, usando un cotton fioc per l’applicazione direttamente sulle parti dolenti
  3. Malattie infiammatorie della pelle come dermatiti (seborroica, da contatto), eczemi e psoriasi, ustioni solari e irritazioni di varia natura. Per disinfettare, sfiammare e agevolare il processo di guarigione della cute, potete provare l’olio essenziale di camomilla blu (il cui colore è determinato dall’aggiunta dell’azulene, a sua volta una sostanza con proprietà antinfiammatorie), diluito in un olio cosmetico per la pelle (ad esempio è perfetto quello alle mandorle dolci, e per le scottature e gli eritemi solari quello di iperico), da applicare sulle parti arrossate ogni giorno. In caso di dermatite seborroica questa operazione aiuta anche a rimuovere le crosticine
  4. Congiuntiviti, orzaiolo e arrossamento degli occhi. Efficacissimi contro tutte le infiammazioni a carico degli occhi, sono gli impacchi (in garza sterile) di infuso concentrato di camomilla. Applicati sugli occhi anche più volte al giorno, donano un immediato senso di sollievo e accelerano il processo di guarigione
  5. Pelle delicata, spenta, couperose e tendenza agli arrossamenti. Utilizzare un’acqua alla camomilla (meglio se bio) da spruzzare sul viso come tonico ogni giorno, dopo la consueta pulizia. Renderà la cute più giovane e luminosa, e attenuerà gli arrossamenti. Poche gocce di olio essenziale aggiunto alla crema da giorno, invece, ne potenzierà l’effetto anti-age

Oltre a queste ottime virtù curative, la camomilla è un eccellente calmante, e anche se in modo delicato e blando, può aiutarci davvero a superare i disturbi legati al sonno. Associatela al tiglio per infusi dall'effetto rilassante e conciliatore del sonno. Da assumersi mezzora prima di andare a dormire.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail