Il matrimonio fa bene alla salute del cuore

Il matrimonio fa bene al cuore, ed a dimostrarlo ci pensa una nuova ricerca.

Essere sposati è un toccasana per la salute del cuore. A dimostrarlo ci avrebbe pensato una nuova ricerca condotta dai membri della New York University, Langone Medical Center, guidata dal dottor Carlos Alviar e dal collega Jeffrey Berger e presentata in occasione dell’American College of Cardiology. Secondo quanto emerso dallo studio, il rischio di soffrire di problemi cardiovascolari sarebbe sensibilmente più basso per le persone sposate. Nello specifico, gli autori della ricerca avrebbero preso in esame un campione di ben 3,5 milioni di americani, appartenenti ad entrambi i sessi e di un’età media di 64 anni.

Tenendo in considerazione fattori di rischio come fumo, diabete, storia familiare, obesità, esercizio fisico e così via, gli esperti avrebbero poi analizzato lo stato di salute delle arterie di ciascun volontario, esaminando vasi periferici, centrali, coronarie, carotidi ed aorta addominale.

matrimonio fa bene al cuore

Ebbene, stando a quanto emerso dalle analisi, sembrerebbe che le persone appartenenti ad entrambi i sessi che erano sposate, avrebbero corso meno rischi di eventi cardiovascolari, compresi il rischio di ictus e di infarto. Nello specifico, i soggetti sposati correrebbero il 5% in meno di rischio di avere problemi al cuore, l’8%, il 9% e il 19% di rischio in meno di andare incontro ad aneurisma dell’aorta addominale, malattia cerebrovascolare e malattia arteriosa periferica, ed in generale, il 12% in meno di rischi di soffrire di qualsiasi malattia vascolare. A rischiare di più sarebbero invece i soggetti divorziati o vedovi.

Detto questo, resta ancora da definire quale sia la ragione che avrebbe determinato un simile risultato. “Potrebbe essere che se qualcuno è sposato, - ipotizzano gli esperti - ha un coniuge che li incoraggia a prendersi più cura di se stesso". Naturalmente lo studio non vuole spingere le persone a sposarsi necessariamente, “ma è importante sapere che le decisioni relative alla propria vita privata – spiega Carlos Alviar - possono avere importanti implicazioni per la salute vascolare”.

via | Columbian, Corriere

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail