Lo stress riduce la fertilità nelle donne

Secondo quanto emerso da una nuova ricerca, lo stress diminuisce le possibilità di avere un bambino.

Una ricerca condotta dai membri della Ohio State University dimostra che le donne che sono soggette a troppo stress, vedrebbero raddoppiare il rischio di infertilità, e di conseguenza, vedrebbero ridursi notevolmente le possibilità di concepire un bambino. Per giungere a tale conclusione, gli esperti avrebbero preso in esame i dati relativi a un campione di 373 donne americane di età compresa fra i 18 e i 40 anni. Tutte le volontarie avrebbero cercato di avere un bambino, e nessuna di loro soffrirebbe ufficialmente di problemi collegati alla fertilità.

Detto questo, gli esperti avrebbero analizzato i livelli di stress cui erano soggette le donne mediante due test, ovvero quello del cortisolo e quello che evidenzia la presenza di alfa-amilasi. Entrambi i test sono considerati attendibili per l’individuazione della quantità di stress cui un soggetto è sottoposto.

Ebbene, dalle analisi, pubblicate sull’edizione online della rivista Human Reproduction, sarebbe emerso che maggiore è lo stress provato da una donna nella fase che precede il concepimento, minori sono le possibilità che tale concepimento possa avvenire, e ciò è registrabile anche dopo 12 mesi di tentativi.

Stress e fertilità

Fermo restando che naturalmente lo stress non rappresenta il solo fattore che potrebbe provocare infertilità nella donna, alla luce di quanto emerso dalla ricerca, gli esperti invitano comunque le donne che vorrebbero avere un bambino, ma che non riescono ad averlo, a cercare di gestire lo stress, magari mediante tecniche di rilassamento, meditazione, yoga e così via. “Eliminare i fattori di stress prima di tentare di rimanere incinta, invece di ignorarli – concludono gli autori della ricerca - potrebbe ridurre il tempo di concepimento per le coppie”.

via | TheGuardian

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail