Cancro al seno, la vitamina D aumenta la sopravvivenza

Le possibilità di sopravvivenza per chi soffre di cancro al seno aumentano grazie alla vitamina D?

Vitamina-D-cancro-al-seno.jpg


La vitamina D potrebbe aumentare le possibilità di sopravvivenza nelle donne affette da cancro al seno. A renderlo noto sarebbero stati i membri della Facoltà di Medicina dell'Università della California a San Diego (UCSF), che attraverso una nuova ricerca avrebbero constatato gli effetti benefici della cosiddetta "vitamina del sole" sulle pazienti affette da carcinoma mammario. Il nuovo studio, pubblicato sulle pagine della rivista Anticancer Research, è stato condotto su un campione di 4.443 donne affette da cancro al seno, ed è durato circa nove anni. 

A ciascuna paziente sarebbero stati misurati i livelli della vitamina D sia nel momento della diagnosi di cancro che negli anni successivi alla diagnosi. Stando a quanto emerso, sembra che le donne con un alto livello di vitamina D avrebbero avuto maggiori probabilità di sopravvivenza al tumore.


 


Come spiegano gli stessi esperti infatti, finché "i recettori della vitamina D sono presenti, la crescita del tumore è impedita e la richiesta di sangue trattenuta. I recettori della vitamina D non si perdono fino a quando un tumore è molto avanzato. Questo è il motivo della migliore sopravvivenza nei pazienti i cui livelli ematici di vitamina D sono alti".


 


Per questa ragione gli esperti ritengono che aumentare i livelli di vitamina D nelle pazienti con il cancro potrebbe apportare grandi benefici alla loro salute, anche se - sottolineano - ancora altri studi e approfondimenti vanno fatti sull'argomento. Ciò non toglie che un'integrazione di vitamina D potrebbe essere prescritta - sempre secondi gli esperti - anche senza attendere che gli studi in questione vengano condotti.


 


"Non c'è ragione per attendere ulteriori studi per incorporare supplementi di vitamina D in regimi di cura standard, - avrebbe infatti spiegato il professor Garland - in quanto una dose sicura di vitamina D necessaria per raggiungere elevati livelli sierici superiori a 30 nanogrammi per millilitro è già stata stabilita. 


 


via | La Stampa


Foto | da Pinterest di POPSUGAR Beauty

  • shares
  • Mail