Motilex: quali disturbi cura e come si assume

Il Motilex è un farmaco antiemetico che si utilizza anche come sedativo del tratto gastro-intestinale. Vediamo quando e come si assume

Motilex.jpgIl Motilex è un farmaco a base di clebopride, disponibile in diverse formulazioni, ovvero compresse, soluzione iniettabile e sciroppo. A cosa serve il Motilex? La sua azione sul tratto gastro-intestinale lo rende efficace nel trattare stati di nausea vomito primari e secondari, ma anche disturbi gastrici e dispepsia. 


Il suo principio attivo, infatti, stimola lo svuotamento gastrico e ripristina e eccelera il transito gastro-duodenale quando e se interrotto. Ma soprattutto, esercita azione antiemetica, bloccando pertanto gli attacchi di vomito, ragion per cui si somministra anche durante indagini endoscopiche del tratto digerente. Vediamo come si assume.

Come anticipato, Motilex è disponibile in diverse formulazioni adatte sia agli adulti che ai bambini. Ecco le dosi e le modalità di somministrazione.


Motilex compresse: 


Adulti:1-3 compresse 3 volte al giorno prima dei pasti


Ragazzi: dai 12 ai 20 anni mezza compressa tre volte al giorno prima dei pasti


Motilex sciroppo:


Adulti: 1 misurino da 3 ml 3 volte al giorno prima dei pasti


Bambini: da 1 a 4 anni 1-2 ml 3 volte al giorno; da 4 a 8 anni 1 ml 3 volte al giorno; da 8 a 10 nni 1,5 ml 3 volte al giorno; dai 10 ai 12 anni 2 ml 3 volte al giorno


Ragazzi dai 12 ai 20 anni: mezzo misurino (2,5 ml) tre volte al giorno prima dei pasti


Motilex soluzione iniettabile:


Adulti: 1/2 o 1 fiala per endovena o intramuscolo in fase acuta 


Le indicazioni d'uso, come già spiegato, sono legate a disordini del tratto gastro-intestinale con dispepsia, nausea e vomito provocati da virus, intossicazioni, dolori mestruali, gastrite, cefalea eccetera. Motilex è altresì consigliato per alleviare gli stati di nausea che si assiciano alle terapie oncologiche con farmaci chemioterapici e, come anticipato, si può adoperare anche come calmante e antiemetico durante esami endoscopici del tubo digerente come le gastroscopie.


Motilex è sconsigliato in caso di insufficienza renale, iperprolattinemia e disturbi ipofisari (perché agisce sulla ghiandola ipofisi che regola la secrezione dell'ormone prolattina), emorragia intestinale, malattie neurologiche degenerative come il morbo di Parkinson, in gravidanza e allattamento. E' bene anche evitare l'assunzione di questo medicinale in concomitanza con l'assunzione di farmaci analgesici narcotici e anticolinergici. Inoltre, dal momento che tra gli eccipienti del Motilex c'è il lattosio, chi sia intollerante a questo zucchero dovrebbe astenersi dall'assumerlo.


 


Foto| Getty Images

  • shares
  • Mail