Il Peridon a cosa serve e quali disturbi cura?

Il Peridon è un farmaco che si prescrive in caso di nausea e vomito. Vediamo come e quando si può assumere

Peridon.jpgIl Peridon è un farmaco antiemetico a base di Domperidone, un principio attivo antagonista della dopamina. Questo medicinale viene prescritto ad adulti e bambini per combattere stati di nausea e vomito sia primari che secondari. Agisce a livello cerebrale sulla ghiandola ipofisi e va assunto all'occorrenza per periodi brevi.


In farmacia si trova in diverse formulazioni: in compresse, in sospensione orale, in supposte (indicate per i bambini), in granulato effervescente. Come anticipato, il Peridon è efficace sia per gli adulti che, ancor di più, sui bambini, quando siano afflitti da attacchi di nausea a vomito provocati da malesseri stagionali (influenza intestinale, gastroenterite), da acetone (chetosi), da indigestione eccetera.

Per quanto riguarda gli adulti, invece, il Peridon è un farmaco indicato anche per combattere la  nausea provocata da stati ansiosi e stress, da cure di altra natura (ad esempio per alleviare gli effetti collaterali della chemioterapia), da disturbi neurologici, da infezioni virali a carico dell'orecchio interno (ad esempio la labirintite), da artrosi cervicale, da gastrite e reflusso eccetera. 


Come anticipato, il Domperidone che è il principio attivo del Peridon agisce sull'ipofisi, aumentando la produzione dell'ormone prolattina. Per questa ragione l'assunzione è sconsigliata in gravidanza e soprattutto in allattamento, perché il Domperidone oltrepassa la barriera placentare e può arrivare al feto. Non si conoscono eventuali conseguenze nocive sul bambino, ma proprio per prudenza è meglio evitare di assumerlo in queste fasi della vita.


Anche chi sia affetto da iperprolattinemia e da disturbi endocrini a carico di ipofisi e tiroide dovrebbe astenersi dall'assumere il Peridon, salvo altre indicazioni mediche. Le persone che soffrono di disturbi del tratto intestinale potrebbero avere reazioni avverse dall'uso del Peridon, che stimola la motilità gastro-intestinale, mentre il farmaco è sconsigliato a chi soffra di insufficienza renale e malattie epatiche.


Per tutti gli altri, nelle dosi indicate dal bugiardino che variano tra adulti e bambini e per una terapia che non superi i 20 giorni, questo antiemetico si può assumere senza problemi, anche più volte al giorno scegliendo la modalità di somministrazione più adatta all'età.


 


 


Foto| Getty Images

  • shares
  • Mail