Plasil fiale, ecco quando sono efficaci

Il Plasil è un farmaco antiemetico e anti nausea che si può somministrare in compresse o fiale per endovena. Vediamo in quali casi si usano queste ultime

Immagine di anteprima per Plasil-fiale.jpgIl Plasil, disponibile in compresse o in fiale, è un farmaco antiemetico, efficace oer combattere gli stati di nausea e i conati di vomito violenti. Il principio attivo di questo farmaco è il metoclopramide, una molecola idrosolubie che agisce direttamente sul tratto gastrointestinale alleviando gli spasmi di nausea e vomito indipendentemente dalla causa scatenante.


Si tratta di un medicinale che, quindi, agisce sul sintomo e non è curativo, tuttavia si somministra tranquillamente ad adulti e bambini che soffrano di mal nausea continua primaria o secondaria. Quali sono le condizioni morbose in cui si può assumere il Plasil, e quali sono le somministrazioni più indicate?

Praticamente tutti i casi in cui attacchi lievi o violenti di nausea e vomito attanaglino bambini o adulti, ovvero: 



  • Gastrite

  • Sintomi influenzali e gastroenteriti (influenza intestinale)

  • Cure oncologiche con chemioterapici

  • Nausee gravidiche (ma solo dopo il primo trimestre di gravidanza)

  • Nausea da mal di testa

  • Nausea da nevralgia

  • Nausea durante le mestruazioni

  • Indigestione

  • Acetone (frequente nei bambini)

  • Conseguenze di un'ubriacatura

  • Nausea e vomito psicogeni scatenati da stati di ansia e di stress

  • Mal di mare o mal d'auto

  • Postumi di interventi chirurgici

  • Effetti collaterali di farmaci

  • Nausea da coliche biliari o renali


Come si evince, la casistica in cui si rende necessario, o utile, l'uso di Plasil è vastissima. Infatti questo antiemetico è in pratica un calmante che, in parte, alleggerisce anche il disturbo primario che provoca certi stati di nausea, ad esempio il mal di testa cronico. 


Come anticipato, il Plasil si può assumere in vari modi, perché troviamo il farmaco disponibile in compresse, in sciroppo e in fialette, queste ultime da somministrarsi per via endovenosa a lento rilascio. In quali casi si preferisce questa modalità di assunzione? Quando c'è bisogno che il farmaco agisca il più rapidamente possibile e nei casi in cui gli attacchi di vomito siano talmente violenti da impedire alla persone di trattenere nello stomaco la compressa o lo sciroppo.


La dose per gli adulti over 16 è una fiala da 2 ml iniettabile per via endovenosa o anche intramuscolo eventualmente ripetibile. La soluzione deve essere rilasciata lentamente, in circa 3 minuti. Il Plasil in fiale necessita della ricetta medica ed è sempre meglio evitare il fai da te. Inoltre, è controindicato in caso di contemporanea assunzione di farmaci antiepilettici, in chi soffra di glaucoma o del morbo di Parkinson, e nel primo trimestre di gravidanza e in allattamento.


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail