Le soluzioni per l'eritema solare e le cure preventive

L'eritema solare è una reazione cutanea all'azione troppo violenta dei raggi solari. Vediamo come si manifesta e come si cura

Eritema-solare.jpgSono sempre tantissime le persone che a dopo le prime, incaute esposizioni ai raggi solari, si ritrovano a dover combattare con scottature e fastidiosi eritemi. Quest'ultimo disturbo cutaneo è caratterizzato dall'eruzione di piccoli pomfi arrossati, gonfi e pruriginosi, che ricoprono le porzioni di epidermide che sono state a diretto contatto coi i raggi ultravioletti (in particolare i raggi UVA) del sole.


La pelle, soprattutto se non adeguatamente protetta da creme con filtri solari adatti al proprio fototipo, si ustiona, cominciando prima ad arrossarsi e diventare iper sensibile, e quindi a coprirsi di bollicine simili a quelle dell'orticaria allergica che, nei casi più seri, possono riempirsi di siero.

Le parti più soggette all'eritema solare sono il viso, il décolleté, i piedi, le braccia e le spalle. La pelle arrossata diventa dolente al tatto, molto calda, e le bollicine prudono. Questo processo infiammatorio in pratica rappresenta un'ustione di primo grado, non grave ma neppure trascurabile. E' stato infatti dimostrato che anni di scottature ed eritemi solari soprattutto tra infanzia e adolescenza possono predisporre all'insorgenza, in età adulta, di tumori della pelle e in particolare di melanomi


Quali sono le soluzioni per l'eritema solare? L'infiammazione in genere passa da sola nel giro di qualche giorno a patto di evitare accuratamente di esporsi nuovamente al sole. Ma per accelerare il processo di guarigione e di rinnovamento cutaneo si può ricorrere ai rimedi naturali. Ecco i più indicati:



  • Bagni in acqua appena tiepida in cui siano stati disciolti un po' di amido di mais o di riso, o del bicarbonato di sodio

  • Applicazione di impacchi di ghiaccio sulle parti arrossate

  • Applicazione di fette di patate crude o di cetrioli sull'eritema

  • Applicazione di pomata alla calendula

  • Applicazione di gel all'aloe vera

  • Applicazione di olio di iperico

  • Applicazione di garze bagnate con acqua fredda e poche gocce di tintura madre alla calendula

  • Applicazione di impacchi di latte o yogurt freddi

  • Assunzione di Ribes nigrum omeopatico in gocce (30-50 gocce 2-3 volte al giorno)

  • Assunzione di farmaci omeopatici come Belladonna, Chantaris o Apis alla 5 CH (3 granuli ogni mezzora fino a remissione dei sintomi)


Per quanto riguarda le cure preventive, è presto detto: esporsi al sole con prudenza, evitando le ore più calde e soprattutto proteggendo la pelle con buone creme solari adatte al proprio fototipo. In caso di eritema che non passa o molto violento, potrebbe essere necessario assumere farmaci antistaminici o cortisonici.


 


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail