Congestione nasale: le cure più efficaci

La congestione nasale è provocata dall'accumulo di muco nelle cavità nasali, in genere causato da infezioni alle vie respiratorie. Vediamo le migliori soluzioni

Congestione-nasale.jpgLa congestione nasale, comunemente definita "naso chiuso" o "naso tappato", è provocata dall'accumulo di muco nelle cavità nasali. Questa condizione è associata, in genere, a raffreddore e infezioni stagionali alle prime vie respiratorie, ma anche a stati di allergia, presenza di polipi o adenoidi ingrossate, gravidanza e assunzione di farmaci.


Le mucose nasali si gonfiano (congestione) e si infiammano, e la continua secrezione di muco produce una irritazione anche tutt'attorno alle narici. I bambini sono particolarmente soggetti alla congestione nasale, anche perché spesso non riescono a soffiare via il muco e il loro nasino si intasa completamante impedendo una respirazione corretta.

Come si cura la congestione nasale? Naturalmente la prima cosa da fare è capire l'origine della iper produzione di muco e agire sulla causa. Nel caso delle allergie, ad esempio ai pollini o agli acari della polvere, l'assunzione di farmaci antistaminici e cortisonici può contribuire anche a "sloccare" il naso, mentre la somministrazione del vaccino rappresenta la più efficace cura preventiva.


La congestione nasale da rinite, sinusite, raffreddore, si può trattare anche con semplici rimedi naturali che aiutino il muco e diventare più fluido in modo da poter esssere facilmente soffiato via (usate a questo scopo sempre dei fazzoletti di carta usa e getta). Ecco qualche consiglio.


Evitare, per quanto possibile, di stappare il naso solo con farmaci spray a base di principi attivi come l'Oximetazolina cloridrato (Vix Sinex) e cercare di svuotare il naso con irrigazioni di soluzioni saline. In caso di congestione allergica potete assumere il Ribes nigrum in gocce, che è un ottimo rimedio omeopatico antinfiammatorio e anti-allergico privo di effetti collaterali.


Evitate anche, per una congestione legata a semlice raffreddore, di assumere farmaci antinfiammatori da banco (paracetamolo, ibuprofene), perché possono rallentare la guarigione bloccando l'infiammazione (che è la reazione naturale dell'organismo all'attacco dei germi). Meglio alleviare il disturbo con aerosol a base di soluzione fisiologica e suffumigi, un vecchio rimedio sempre valido.


Per effettuarli, versate nell'acqua bollente anche alcune gocce di oli essenziali balsamici e sfiammanti tra cui il basilico, l'eucalipto, la lavanda, il limone, il rosmarino e l'arancio amaro. Un effetto decongestionanate e fluidificante del muco lo producono anche le bevande calde come i brodi, le tisane, il latte.


Durante la fase acuta della congestione è bene anche rinforzare le difese immunitarie assumendo molta vitamina C e magnesio dai cibi (agrumi, banane, cavoli e broccoli, patate, latte). E' anche utile dormire con la testa leggermente sollevata, evitare di fumare e di esporsi a sbalzi di temperatura. Tra le cure fitoterapiche efficaci per il naso chiuso, poi, ci sono l'Echinacea e il Pelagornium sidoides, mentre per quanto riguarda i farmaci omeopatici, segnaliamo Pulsatilla alla 9 CH (5 granuli 4 volte al giorno).


 


 


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail