Parto, l'epidurale riduce il dolore ma aumenta la durata del travaglio

Una ricerca dimostra che l'epidurale può aumentare la durata del parto fino a 3 ore in più

epidurale-parto-lungo.jpg


L'anestesia epidurale riduce il dolore durante il parto, e questo è un fatto ampiamente confermato da molte mamme, ma a quanto pare, aumenterebbe anche il tempo della durata del travaglio, che arriverebbe addirittura a due o tre ore in più rispetto al normale. A renderlo noto sarebbe stato un gruppo di ricerca dell'Università della California a San Francisco (UCSF), secondo cui, se è vero che le donne che hanno il loro primo figlio vanno incontro a un travaglio della durata di circa 197 minuti (quindi poco più di tre ore), è altrettanto vero che le donne che fanno ricorso all'epidurale affrontano in genere un travaglio che dura circa 336 minuti (più o meno cinque ore e mezza). 

Insomma, a quanto sembra l'epidurale aumenterebbe non di poco i tempi del travaglio, e ciò riguarda anche le donne che hanno già avuto un figlio, per le quali si impiegherebbero 81 minuti senza epidurale, e 255 minuti con questo tipo di anestesia.


 


Secondo gli autori della ricerca, coordinata da Yvonne Cheng, pare che negli ultimi anni i parti cesarei siano peraltro in aumento, e ciò potrebbe essere dovuto proprio al rallentamento del parto dovuto all'anestesia epidurale. "L'effetto dell'epidurale può essere più lungo di quanto si pensa, - spiegano comunque gli esperti - ma finché il bambino sembra star bene e le donne fanno comunque progressi, non necessariamente si deve intervenire ed eseguire un taglio cesareo".


 


Ma passiamo ai dati analizzati nello studio. Per giungere ad una conclusione, i ricercatori avrebbero preso in esame i dati relativi ai parti avvenuti fra il 1976 e il 2008 a San Francisco. Metà delle 42mila donne che hanno partorito si sono sottoposte all'anestesia epidurale. Gli esperti avrebbero cercato di valutare la durata media dei parti con epidurale, stabilendo che chi opta per questo tipo di anestesia impiegava circa due ore in più a mettere al mondo il proprio bambino.


 


Detto questo, pur comprendendo i vantaggi di un'epidurale nel momento del parto, gli esperti invitano i medici a meditare bene sull'impiego di questa anestesia: "Sembrerebbe che il limite massimo di ciò che può essere tollerato è più alto di quanto si pensasse, - spiega infatti il medico specialista Christopher Glantz - e questo toglierebbe un po' di slancio a intervenire (con un taglio cesareo), in quello che sembra essere una moda prematura".


 


 


via | La Stampa


Foto | da Pinterest di Julie Larsen

  • shares
  • Mail