Carenza folica: sintomi, cause e cure

L'acido folico è una sostanza di origine alimentare preziosa per la salute, soprattutto di donne e bambini. Vediamo i sintomi della carenza e come porvi rimedio

Carenza-folica.jpgL'acido folico è una sostanza alimentare, un micronutriente anche conosciuto come vitamina B9, la cui carenza è considerata molto pericolosa soprattutto durante la gravidanza. Infatti bassi livelli di folati possono favorire, nel feto, lo sviluppo di malformazioni congentite gravi come la spina bifida.


Il fabbisogno di acido folico negli adulti è pari a circa 0,2 mg al giorno (che sale a 0,4 mg in gravidanza), in teoria facilmente colmabile attraverso una dieta sana. La vitamina B9, come altre del gruppo B, è infatti presente in molti alimenti, sia di origine animale che vegetale.

Tra i cibi che ne sono ricchi troviamo:



  • Agrumi

  • Vegetali a foglia verde

  • Legumi

  • Latte e derivati

  • Carne e frattaglie (soprattutto il fegato di bovino)

  • Pesce

  • Uova


Un'alimentazione variata ed equilibrata, in cui tutti questi alimenti, o almeno molti di essi, siano presenti, dovrebbe garantire un adeguato apporto di acido folico, tuttavia ciò non sempre avviene. Molte persone non si alimentano correttamente, e anche i vegani, se non assumono qualche integratore o mirano la dieta in modo da aumentare il consumo di cibi vegetali ricchi di folati, rischiano di ritrovarsi carenti di questa vitamina.


Anche malattie infiammatorie dell'intestino, come ad esempio il morbo di Chron, o intolleranze alimentari, possono creare problemi di malassorbimento e impedire che l'acido folico venga assimilato dall'organismo. Infine, altra causa di carenza folica è l'assunzione di farmaci - in particolare antiepilettici e il Metotrexate per la cura dell'artrite - che contrastano l'assorbimento della vitamina B9 a livello intestinale.


L'acido folico è importante perché stimola il midollo osseo nella produzione dei globuli rossi, o eritrociti, per questa ragione ad una sua mancanza si associano stati di anemia. I sintomi sono simili a quelli da carenza di ferro:



  • Debolezza e astenia

  • Pallore 

  • Capelli, unghie e pelle fragili

  • Capogiri, specie al mattino

  • Mal di testa ricorrenti

  • Irritabilità e sbalzi d'umore

  • Disturbi del sonno

  • Difficoltà di concentrazione


Quando vi sia una carenza conclamata di acido folico, oltre a modificare la dieta, bisogna intervenire con l'assunzione di integratori. Le dosi, in caso di anemia, vanno dai 15 mg al giorno (terapia d'urto iniziale), ai 5 mg una volta alla settimana (indicati per chi assuma medicinali come il Metotrexate).


 


 


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail