Blu e arancione: i colori della salute e del benessere nel primo Speciale editoriale di Blogo

Il blu e l'arancione non sono solo due splendidi colori moda, in natura ci regalano salute e benessere sia fisici che mentali. Scopriamo perché

Blu-e-arancione.jpgIl blu e l'arancione sono due tonalità cromatiche opposte: tanto l'una è "fredda" e riposante, quanto l'altra è "calda" e rinvigorente. In effetti, se ci pensiamo, l'effetto che questi due splendidi colori tanto presenti in natura e anche nella moda e nell'arredamento, producono sulla nostra psiche, sono, per l'appunto, opposti.


Opposti ma complementari. Scopriamo quali sono i modi che abbiamo per sfruttare, a 360°, gli effetti benefici di queste due nuance cromatiche e quali sono queste proprietà. A cominciare dalla cromoterapia.

La "cura dei colori" è una tecnica terapeutica antichissima che sfrutta gli effetti positivi che le onde cromatiche, con le diverse gradazioni, producono sia sulla nostra mente, che sulle reazioni biochimiche e sulle funzioni vitali del nostro corpo. L'arancione, ad esempio, che è una "versione" attenuata del rosso, è comunque un colore caldo, energetico, positivo, che induce voglia di fare, ottimismo, amore per la vita.


Indossare abiti o accessori arancioni stimola la vitalità e il buon umore, ed è pertanto consigliato a chi sia depresso, o stia attraversando una fase "grigia" della vita. Inoltre è altresì adattissimo per combattere stanchezza e apatia. L'arancione è anche il colore degli sportivi e dal punto di vista fisico produce un effetto stimolante sulla ghiandola tiroide (ed è pertanto indicato a chi soffra di ipotiroidismo), e sull'appetito. E il blu?


Il blu è il colore della calma, della tranquillità, del relax. Per questa ragione è indicato quando si soffra di stati ansiosi, o di insonnia. Indossare abiti di colore blu fa sentire come se tutto fosse sotto controllo, inoltre guardare un panorama in cui il blu (ad esempio del mare) sia predominante, induce serenità. Sul corpo questa tonalità è molto benefica, ad esempio funge da antidolorifico naturale, aiutando a combattere stati infiammatori dolorosi tra cui cefalea, mal di denti, mal di gola.


Il suo effetto "rinfrescante" attenua irritazioni cutanee e piccole bruciature. Anche il cuore rallenta il suo battito e la pressione arteriosa tende ad abbassarsi in modo naturale. Insomma, se siete ipertesi a ansioni... circondatevi di blu. I nostri due colori del giorono, in tutte le loro bellissime declinazioni che potrete scoprire leggendo l'interessantissimo e completo editoriale di Blogo, sono benefici anche  a tavola.


Conosciamo tutti i cibi di questo colore, a probabilmente li adoperiamo per tante ricette gustose sia dolci che salate. Ad esempio l'arancione è il colore di arance e mandarini, di carote e di peperoni, di pesche, meloni, zucche e albicocche. C'è qualcosa che accomuna questi comuni frutti e ortaggi? La risposta è sì, e si chiama betacarotene.


Questo è proprio il pigmento che conferisce il tipico color arancio, ma è anche un potente antiossidante che nel corpo si "trasforma" in vitamina A. Gli effetti benefici sono molteplici: protegge pelle e vista, svolge azione anti-tumorale, stimola il sistema immunitario e riduce le infiammazioni del corpo. Il colore blu/viola, invece, presente in mirtilli, susine, melanzane, more, ribes è un eccellente protettore dei nostri vasi sanguigni.


Tutto l'apparato circolatorio e il tono dei tessuti venosi vengono rinforzati quando mangiamo questi cibi, così come anche la vista. I mirtilli e in generale tutti i frutti i bosco, sono eccellenti anche per prevenire e curare le infezioni alle vie urinarie, soprattutto la cistite e svologono azione antiossidante e anti-age. Un suggerimento? Usate mirtilli, ribes e arance anche per preparare gustose insalate con altre verdure colorate, la vostra salute, il vostro umore, ringraziaranno! 


 


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail