Igiene dentale, il collutorio aumenta il rischio di ictus e attacco di cuore

L'uso del collutorio potrebbe aumentare il rischio di problemi alla salute del cuore?

Collutorio.jpg


Una corretta igiene dentale è fondamentale per garantire la salute dei nostri denti, ma sapevate che l'apparentemente innocuo "collutorio antibatterico" potrebbe essere la causa dell'aumentato rischio di attacchi di cuore e ictus? A renderlo noto sarebbe stata una ricerca condotta dalla prof.ssa Amrita Ahluwalia della Queen Mary, University of London, la quale avrebbe scoperto che, esattamente come avviene con l'uso di farmaci antibiotici, l'uso del collutorio antibatterico uccide si i batteri cattivi, ma riserva la stessa sorte anche a quelli "buoni". 

Nello specifico, il collutorio ucciderebbe i batteri che promuovono il rilassamento dei vasi sanguigni. Le conseguenze sulla pressione sanguigna sono immaginabili, e lo stesso vale per quelle sulla nostra salute. I rischi di attacco di cuore e ictus aumenterebbero considerevolmente.


 


Stando a quanto emerso dalla ricerca, i cui risultati sarebbero stati pubblicati sulle pagine della rivista "Free Radical Biology And Medicine", sembra che uccidere i batteri "buoni" potrebbe dunque comportare una serie di rischi da non sottovalutare. "Uccidere ogni giorno tutti questi germi - spiegano infatti gli autori della ricerca - è disastroso, dato che piccoli aumenti di pressione sanguigna hanno un impatto significativo sulla morbidità e sulla mortalità per malattie cardiache e ictus".


 


Detto questo, dal canto loro gli esperti non intendono sconsigliare l'utilizzo di tali prodotti, qualora fossero necessari (come in caso di infezione alle gengive o ai denti), ma di farlo sempre e solo dopo aver consultato il proprio medico, che in base alla situazione, potrà consigliare se utilizzare o meno questo genere di prodotti per l'igiene della propria bocca.


 


via | La Stampa


Foto | da Pinterest di FYI Living

  • shares
  • Mail