Le cause della sarcoidosi e le cure per la rara patologia

La sarcoidosi è una malattia rara di natura infiammatoria che provoca la formazione di granulomi in vari organi del corpo

Sarcoidosi.jpgLa sarcoidosi, anche chiamata malattia di Boeck, è una patologia infiammatoria rara che colpisce prevalentemente giovani adulti di sesso femminile in età comprese tra i 20 e i 40 anni.


La malattia esordisce in modo subdolo, e la manifestazione più evidente è la comparsa di granulomi a carico di diversi organi e tessuti, soprattutto pelle, polmoni e linfonodi.

Tra i sintomi più frequenti della sarcoidosi ci sono, a seconda delle aree del corpo colpite:



  • Tosse stizzosa, affanno, dolore al torace se gli edemi granulomatosi si formano negli alveoli polmonari

  • Infiammazioni oculari come uveiti e iriti se micro-granulomi insorgono nel margine palpebrale o sull'iride dell'occhio

  • La comparsa di foruncoli duri simili a noduli sull'epidermide o sottocute (in questo secondo caso le lesioni sono anche dolorose)

  • Infiammazioni articolari simili a quelle dell'artrite dovute alla comparsa dei granulomi nei tessuti articolari


Il granuloma della sarcoidosi si distingue per essere caratterizzato da necrosi nell'area intorno alla lesione, e questo è dovuto al fatto che si tratta di una tipica reazione immunitaria, come se ci fosse un corpo estraneo da isolare. In realtà, le cause della sarcoidosi sono sconosciute, nel senso che questa reazione di difesa non è mai giustificata dall'effettiva presenza di un agente infettivo.


Conseguentemente, questa malattia infiammatoria si "comporta" come le patologie autoimmuni, anche se non è identificato quale possa essere il fattore scatenante. Quello che si sa, è che la sarcoidosi può talvolta diventare sistemica e cronica, coinvolgendo molti organi e tessuti del corpo, e provocando sintomi debilitanti come:



  • Febbre,

  • Astenia

  • Infiammazioni e dolori generalizzati 

  • Tosse che non guarisce

  • Comparsa di lesioni granulomatose in varie zone della pelle

  • Ingrossamento dei linfonodi


Che fare? Per giungere ad una diagnosi occorre sottoporsi a diversi esami, tra cui la radiografia o la TAC del torace per individuare le lesioni polmonari, esami del sangue, in particolare per controllare gli indici infiammatori e la presenza di alcuni anticorpi, e infine la biopsia di un granuloma cutaneo che fornisce la risposta più certa ai sospetti del medico.


Dal momento che non si conoscono le cause esatte della sarcoidosi, non esiste neppure una cura specifica. Per alleviare i sintomi si prescrive una terapia a base di corticosteroidi e farmaci immunosoppressori (tra cui il metotrexate usato per curare l'artrite reumatoide), in associazione agli antinfiammatori non steroidei. Alcune persone guariscono spontaneamente dalla sarcoidosi, mentre in altri casi la malattia si cronicizza diventando, purtroppo, sistemica.


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail