L'artrosi: sintomi, cause e terapie da seguire

L'artrosi è una malattia infiammatoria degenerativa che danneggia le articolazioni. Vediamo come si manifesta e quali sono le cure più efficaci

Artrosi.jpgL'artrosi è una malattia degenerativa delle articolazioni, in parte legata all'usura, e quindi all'età che avanza, in parte ad altri fattori che vedremo tra poco. Tra le malattie infiammatorie osteo-articolari - l'artrosi viene anche chiamata osteo-artrite - è sicuramante la più diffusa, e proprio per questa ragione viene spesso considerata una sorta di male inevitabile associato all'invecchiamento.


A causa del suo progresso degenerativo, però, l'artrosi non dovrebbe essere sottovalutata e, anzi, ai primi sintomi si dovrebbe correre ai ripari per evitare deformazioni e rallentarne il decorso. Se, infatti, l'artrosi è una malattia cronica che non si può curare, con le nuove terapie è però possibile almeno tenerla sotto controllo a lungo.

All'origine dell'osteo-artrite c'è il consumo della cartilagine che riveste le articolazioni del corpo, con conseguente riduzione del liquido sinoviale che funge da ammortizzatore. Cosa accade a lungo andare? Che le ossa finiscono per venire a diretto contatto, sfregando tra di loro sì da creare i cosiddetti "becchi ossei" o osteofiti, e infiammando i nervi. L'artosi colpisce spesso una sola articolaione del corpo, quella maggiormente sottoposta a traumi e tensioni, ad esempio la zona cervicale, oppure il ginocchio, ma anche le mani e le spalle. Ecco i sintomi con cui questa malattia si manifesta:



  • Dolore, che può essere più o meno intenso e che si acuisce con il movimento mentre si allenta a riposo (esattamante all'opposto che nell'artrite)

  • Il dolore si accentua alla sera, quando si accumula la stanchezza della giornata

  • Le articolazioni diventano rigide e compiere i consueti movimenti diventa difficile e doloroso. Questa sensazione di "blocco" si accentua al mattino, al risveglio

  • Se l'artrosi non viene curata, al dolore a alla rigidità seguono vere e proprie deformità delle articolazioni colpite che hanno carattere di irreversibilità


 


L'artrosi è una malattia dell'età, ma che può essere favorita dai seguenti fattori di rischio:



  • Familiarità

  • Sovrappeso e obesità

  • Sedentarietà (è una delle cause principali e anche quella su cui si può intervenire meglio per prevenire o rallentare il disturbo)

  • Difetti e deviazioni della colonna come la scoliosi non corretta

  • Traumi e incidenti ossei. Un caso tra tutti: il "colpo di frusta" che favorisce l'artrosi cervicale


Ai primi sintomi dell'artrosi ci si deve recare da un ortopedico o dal reumatologo per affettuare le indagini diagnostiche necessarie, come radiografie, e risonanze magnetiche, e poi sottoporsi ad alcune terapie. Tra queste le più efficaci sono le seguenti:



  • Fisioterapia e trattamenti con ultrasuoni o ultrarossi

  • Trattamenti dall'osteopata

  • Ginnastica dolce ed esercizi di stretching

  • Infiltrazioni sull'articolazione colpita a base di acido ialuronico e farmaci corticosteroidi

  • Nei casi più gravi o quando l'artrosi colpisca persone in giovane età, magari a seguito di traumi, si consiglia il trapianto chirurgico di cartilagine


L'artrosi si può prevenire con un corretto stile di vita da perseguire fin da giovani. Innanzi tutto seguire la dieta mediterranea è considerato un vero toccasana, così come il mantenere il proprio peso forma, ma è altresì cruciale svolgere regolare attività fisica scegliendo, possibilmente, sport poco traumatici, che mantengano giovani ossa e articolazioni. Importante anche evitare il fumo e l'alcool.


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail