Meteorismo in gravidanza, come alleviare il disturbo con le cure naturali

Disturbi digestivi come la dispepsia, il meteorismo e la flatulenza in gravidanza sono molto frequenti. Scopriamo perché e come alleviarli

Il-meteorismo-in-gravidanza.jpgSoffrire di disturbi digestivi e intestinali in gravidanza, con sintomi come meteorismo, flatulenza, stitichezza, è piuttosto comune. Infatti fattori di natura ormonale e "funzionale" mettono a dura prova tutti gli organi dell'apparato digerente della futura mamma.


Innanzi tutto, e questo accade fin dalle primissime settimane di gestazione, l'aumento del progesterone nel sangue, uno degli ormoni della gravidanza, produce un rallentamento del metabolismo e interferisce con il normale processo digestivo, provocando disturbi diffusi come la nausea, ma anche il bruciore di stomaco e la dispepsia.

In questa fase la donna incinta sperimenta le tipiche nausee gravidiche, ma anche inappetenza e difficoltà a digerire anche cibi che in precedenza non davano nessun prolema. Il bruciore epigastrico e i disturbi intestinali, poi, sono favoriti dall'aumento del volume dell'utero che si dilata per far spazio al feto che cresce e quindi comprime gli organi addominali e spinge lo stomaco verso l'alto. Il meteorismo in particolare, altro non è che una iper produzione di gas da fermentazione alimentare che invece di essere eliminati o riassorbiti, permangono nelle anse intestinali formando delle bolle che provocano dolore e gonfiore.


Vi è un altro fattore che può predisporre la futura mamma al meteorismo, ed è l'indebolimento della flora batterica intestinale (microbiota) dovuta al fatto che il sistema di difese del corpo materno, per impedire che gli anticorpi "attacchino" il feto come corpo estraneo, per un processo fisiologico diventa meno efficiente. E' per questo motivo che la donna in gravidanza è più facilmente soggetta ad infezioni intime, come la Candida, o alle vie urinarie, come la cistite.


Si tratta di disturbi tanto fastidiosi quando benigni, che si superano una volta nato il bambino. Durante la gravidanza è meglio evitare, per quanto possibile, di assumere farmaci, ma si possono comunque controllare i problemi intestinali con i rimedi naturali. Primo fra tutti: l'alimentazione. Una dieta nutriente ma leggera, in cui siano limitati i cibi naturalmente meteorici è senza dubbio la cura migliore. Ecco qualche semplice regoletta dietetica da seguire:



  • Latte e latticini, ad eccezione dello yogurt, andrebbero ridotti, così come le carni grasse elaborate e speziate (salumi e insaccati

  • Tutto ciò che sia ricco di "aria" andrebbe ridotto, quindi creme, panna montata ed emulsioni 

  • Gli zuccheri inducono processi fermentativi, quindi meglio ridurre tutti i dolci

  • Ridurre il consumo di cipolle, aglio, legumi, cavoli. Alimenti fortemente meteorici

  • Limitare il pane fresco e la pizza e preferire crackers, gallette di riso e fette biscottate

  • Eliminare acqua e bibite gassate

  • Eliminare succhi di frutta industriali

  • Limitare il consumo di brodo di carne e preferire quello di verdure

  • Mangiare carne e pesce magri cotti in modo leggero

  • Evitare i fritti

  • Evitare le caramelle e le gomme da masticare

  • Preferire il riso alla pasta

  • Consumare frutta e verdura non meteoriche, tra cui carote, zucchine, mele, pere, banane

  • Le patate lesse sono ideali, fritte deleterie

  • Bere molta acqua lontano dai pasti


Oltre a questi consigli alimentari, per ridurre la produzione di aria nell'intestino la futura mamma può assumere tisane con effetto carminativo, ovvero in grado di riassorbire i gas fermentativi. Tra queste sono indicate le tisane all'anice, al finocchio, allo zenzero. Lo zenzero è ottimo anche da aggiungersi sulle pietanze per aiutare la digestione. Aiuta a combattere il meteorismo anche fare un po' di moto tutti i giorni, salvo controindicazioni, e fare piccoli pasti leggeri e frequenti, cercando di consumare i cibi con calma, masticando bene ogni boccone.


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail