Le cause dei giramenti di testa e quali cure sono utili

I giramenti di testa sono un disturbo che può avere molteplici cause, anche molto diverse tra di loro. scopriamo le principali e le cure adeguate

Immagine di anteprima per Giramenti-di-testa-cause.jpgI giramenti di testa - o capogiri, da non confondersi con le vertigini - sono un disturbo comune che in realtà è solo un sintomo da indagare qualora si ripresentasse troppo di frequente.


Transitori capogiri, magari al mattino appena alzati, possono capitare a tutti, per un brusco cambio di posizione, per una condizione di debolezza o dopo la classica "sbornia". Ma quando questo malessere si verificasse sistematicamente creando vero disagio, allora è decisamente il caso di recarsi dal medico per un esame approfondito.

I giramenti di testa sono infatti provocati da una momentanea perdita dell'equilibrio, spesso con vero e proprio sbandamento del corpo, senso di mancamento, ronzii alle orecchie, talvolta nausea e sudorazione fredda. Le cause di questo disturbo sono svariatissime, alcune del tutto benigne, e quindi non tali da necessitare di cure specifiche, altre più serie. Ecco le più comuni cause dei capogiri:



  • Pressione bassa (ipotensione)

  • Artrosi cervicale in fase acuta

  • Labirintite (infiammazione del labirinto, che si trova nell'orecchio interno  e regola il senso dell'equilibrio)

  • Carenza di ferro, anemia

  • Convalescenza

  • Ipoglicemia 

  • Ipertensione (anche la pressione troppo elevata può provocare giramenti di testa)

  • Carenza di calcio 

  • Mal di testa cronico (in questo caso è un sintomo associato alla cefalea)

  • Disturbi cardiaci

  • Epilessia

  • Tumori al cervello o edemi al cervello

  • Malattie della tiroide


Dal momento che si tratta di patologie molto diverse tra di loro, è necessario che una prima visita, con colloquio indagatore, sia effettuata dal proprio medico, che conosce la storia clinica del paziente e le sue, eventuali, debolezze. Ad esempio, una donna giovane che soffra in modo ricorrente di carenza di ferro e che accusi giramenti di testa, potrà curare qusto sintomo agendo sulla causa principale, e quindi modificando la dieta e assumendo supplementi alimentari per contrastare l'anemia.


Se il giramento di testa è, però associato a disturbi alla vista, formicolii, cefalea, episodi convulsivi, allora sarà necessario effettuare opportuni approfondimenti di tipo neurologico. Ricapitolando, oltre ad una visita propedeutica dal proprio medico, per risalire alle cause esatte dei capogiri, sarà necessario sottoporsi ad alcuni esami.


Tra questi i principali sono: un test del sangue completo (per individuare eventuali carenze nutrizionali o scompensi endocrini), una TAC alla testa o una risonanza magnetica, un elettrocardiogramma, una misurazione (o più misurazioni) della pressione, eventualmente un esame dell'orecchio. Solo dopo essere risaliti all'origine del disturbo si potranno mettere a punto le terapie utili (laddove necessario), per risolverlo. 


 


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail