I sintomi della cistite nelle donne e negli uomini e quali cure sono efficaci

La cistite è un'infezione della vescica di origine batterica o fungina. Scopriamo i sintomi e le cure più adeguate

Cistite-sintomi.jpgLa cistite è un'infezione della vescica che si manifesta con sintomi alquanto fastidiosi e sgradevoli, tra cui bruciore durante la minzione, dolore pelvico e frequente stimolo ad urinare.


Stiamo parlando di un'infiammazione di origine per lo più batterica o fungina che colpisce soprattutto le donne, per ragioni di ordine anatomico, ma che non risparmia neppure gli uomini (l'1-2% degli adulti ne ha sofferto almeno una volta nella vita). 

A provocare la cistite, così come tutte le infezioni delle vie urinarie, in genere sono i colibacilli fecali, che "migrando" dall'ano all'uretra possono risalire fino alla vescica creando focolai infettivi lungo le pareti interne di quest'organo. Come anticipavamo, le donne sono particolarmente soggette a questa fastidiosa infezione, perché la loro uretra è più corta rispetto a quella maschile, e anche l'ingresso vaginale è posto vicino all'orifizo anale, ragion per cui anche una manovra errata nell'igiene intima (dall'ano alla vagina e non viceversa, come dovrebbe essere), può favorire la cistite.


Altre cause sono le fluttuazioni ormonali della gravidanza, il prolasso vescicale (più frequente dopo la menopausa) e l'uso di creme spermicide. Negli uomini, invece, fattori di rischio sono l'età, l'abitudine a bere poca acqua (le urine troppo concentrate e ristagnanti nella vescica sono un "brodo" di coltura perfetto per i colibacilli), cure antibiotiche che abbiano indebolito la flora batterica intestinale "buona" (microbiota), e la familiarità. Ecco i sintomi con cui la cistite si manifesta in entrambi i sessi:



  • Dolore e bruciore durante la minzione che si estende allo scroto negli uomini

  • Dolore pelvico (nelle donne)

  • Pollachiuria: necessità di urinare più frequentemente del normale

  • Urine torbide, talvolta maleodoranti

  • Talvolta febbre o febbiciattola

  • Talvolta presenza di sangue nelle urine

  • Dolore e tensione addominale in corrispondenza della vescica


Per giungere ad una diagnosi di cistite è necessario un test delle urine associato ad urinocoltura, attraverso la quale è possibile individuare il batterio o il micete che ha causato l'infezione e stabilire la cura adatta a debellarlo. Una cistite in fase acuta va sempre trattata con antibiotici o antimicotici, perché purtroppo si tratta di un tipo di infezione che spesso dà luogo a recidive e che può estendersi anche ai reni e oltre e agli organi riproduttivi (nelle donne).


Detto questo, ci sono anche efficaci cure alternative naturali adatte a curare e prevenire la cistite soprattutto rinforzando le vie urinarie dall'attacco patogeno dei germi. Tra i rimedi naturali di comprovata efficacia troviamo l'uva ursina, il D-Mannosio e il mirtillo. Potete trovare questi rimedi sotto forma di integratori alimentri sia nelle farmacie che nei supermercati e nelle erboristerie. Una dieta ricca di fibre (che proteggono la flora batterica intestinale buona) e di vitamina C (antinfiammatorio naturale che potenzia le nostre difese) è poi utilissima per prevenire tutte le patologie infettive delle "basse vie". 


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail