La dieta mediterranea riduce il rischio di tumore alla prostata

Secondo gli esperti, seguire una dieta mediterranea tiene alla larga il rischio di tumore alla prostata

dieta-mediterranea-prostata.jpg


La dieta mediterranea tiene alla larga il rischio di cancro alla prostata, ed a renderlo noto sarebbero stati gli esperti riuniti in occasione del convegno nazionale "Personalizzazione e strategia di trattamento nel carcinoma della prostata", secondo cui proprio per questa ragione, il tumore alla prostata sarebbe più diffuso al Nord dell'Italia rispetto che al Sud. 

Ai primi posti per quanto concerne la diffusione di questo tipo di cancro vi sarebbero infatti il Piemonte e l'Umbria, zone in cui gli insaccati e le bistecche sono effettivamente molto diffusi. Gli ultimi posti in questa classifica spettano invece alla Basilicata e alla Campania, dove si sarebbero registrati molti meno casi di tumore alla prostata rispetto alle regioni del Nord. Sarà merito dell'alimentazione?


 


Secondo quanto emerso in occasione del recente convegno, la risposta sarebbe certamente "si". Per tenere alla larga il rischio di cancro, è infatti necessario mangiare bene, seguendo magari proprio i principi della dieta mediterranea, una dieta apprezzata in tutto il mondo proprio per via dei suoi effetti benefici sulla nostra salute.


 


Largo spazio dunque a ortaggi gialli e verdi, all'olio extravergine d'oliva, alla frutta fresca. Riducete invece il consumo di cibi come la carne rossa e alimenti fritti, che come ormai di certo ben saprete, se consumati in maniera eccessiva, non fanno affatto bene alla nostra salute.


 


Secondo gli esperti quindi, semplicemente mettendo in atto questi pochi consigli, il rischio di sviluppare il tumore alla prostata potrebbe ridursi del 10%. Non vi resta che mangiar bene, per vivere meglio! 


 


via | Tmnews


Foto | da Pinterest di Kimberly Bee Design

  • shares
  • Mail