Celiachia e autismo, non esiste nessun legame

Autismo e celiachia, non esisterebbe nessun legame fra le due malattie. Ecco quanto emerso da uno studio

autismo-celiachia.jpg


Fra celiachia e autismo non vi è alcun legame. A renderlo noto sarebbe stata una recente ricerca pubblicata sulla versione online della rivista "JAMA Psychiatry" e condotta dai membri della Mayo Clinic in Rochester, guidati dal dottor Joseph Murray, secondo cui, contrariamente a quanto si è fino ad ora ipotizzato, non esisterebbe dunque alcun legame fra malattia celiaca e l'autismo. Ad avanzare l'ipotesi che vi fosse un legame sono stati diversi esperti, i quali consigliavano di non fare assumere glutine ai pazienti, nella speranza di poter riscontrare dei miglioramenti nelle loro condizioni.  

Secondo quanto recentemente emerso però, pare che in realtà fra le due patologie non vi sia in effetti alcun legame tangibile. Per giungere a tale conclusione, gli studiosi si sono serviti delle cartelle cliniche di quasi 290.000 pazienti.


 


Dalle analisi sarebbe emerso che 27.000 di essi erano effettivamente affetti da celiachia, mentre 12.000 presentavano un'infiammazione che non era ancora sfociata nella malattia vera e propria. Confrontando il tasso di autismo nei pazienti celiaci rispetto a quello riscontrato nei pazienti "non celiaci", sarebbe emersa chiaramente una mancata correlazione fra le due patologie, correlazione che non sarebbe quindi stata confermata da un numero sufficiente di prove.


 


"Se ci fosse una connessione tra queste due malattie (la celiachia nascosta causa l'autismo o l'autismo causa la malattia celiaca), - ha spiegato l'autore della ricerca - sarebbe dovuta saltare fuori alla fine di uno studio di queste dimensioni".


 


E per quanto riguarda la dieta priva di glutine, consigliata ai pazienti autistici per ridurre i sintomi della patologia? Dal canto loro, gli studiosi sostengono che "il prossimo passo potrebbe essere proprio quello di effettuare uno studio sulla correlazione fra una dieta priva di glutine e autismo", al fine di constatarne gli eventuali effetti benefici


 


Foto | da Pinterest di Bob-Bianca Gato


via | La Stampa

  • shares
  • Mail