Cos'è il morbo di Basedow-Graves: i sintomi e le terapia

Morbo-Basedow-Graves.jpgLa malattia, o morbo, di Basedow-Graves è una infiammazione della ghiandola tiroide di origine autoimmune, che a sua volta provoca l'ipertirodisimo.


Le patologie che possono colpire questa importante ghiandola endocrina situata nelle gola, a ridosso della trachea, sono diverse, in genere, però, i sintomi sono più o meno gli stessi.

Nel caso del morbo di Basedow-Graves, anche definito tiroidite di Basedow e gozzo tossico diffuso, le sintomatologia è quelle data da una eccessiva produzione di ormoni tiroidei T3 e T4. Vediamo come si manifesta questa affezione endocrina.



  • Esoftalmo: questo tipico effetto collaterale dell'ipertirodisimo è uno dei più indicativi della malattia di Basedow-Graves. Si manifesta con infiammazione e secchezza del bulbo oculare, che tende a fuoriuscire dall'orbita diventando sporgente in modo molto evidente, e talvolta secernendo pus

  • Gozzo: anche questo è un sintomo tipico. L'infiammazione della tiroide ne provoca l'ingrossamento, più o meno pronunciato

  • Instabilità dell'umore, talvolta depressione

  • Ansia

  • Tachicardia

  • Sudorazione eccessiva

  • Aumento dell'appetito ma concomitante perdita di peso, dovuti ad una accelerazione del metabolismo basale

  • Ciclo mestruale irregolare e amenorrea (cessazione delle mestruazioni) nelle donne

  • Stanchezza ingiustificata

  • Disturbi del sonno

  • Insofferenza al caldo, vampate


All'origine del morbo di Basedow-Graves, come anticipato, c'è un'alterazione del sistema immunitario con una produzione eccessiva di anticorpi che "attaccano" la tiroide creando le disfuzioni che abbiano elencato. Come si cura questa patologia?


Ci sono diverse vie. Inizialmente si può somministrare una terapia farmacologica che inibisca la iper produzione degli ormoni T3 e T4 e quindi permetta una regressione dei sintomi. Se questa terapia non fosse sufficiente, come per tutte le altre affezioni della tiroide, si valuta l'asportazione totale della ghiandola, con una successiva somministrazione della terapia ormonale sostitutiva a vita.


Altra terapia alternativa è l'ablazione attraverso l'irradiazione con lo iodio 131. In ogni caso, anche se l'ipertiroidismo secondario da morbo di Basedow-Graves dovesse richiedere l'asportazione della tiroide (una prassi ache in caso di ipotiroidismo), non ci sarebbe nessuna compromissione della qualità della vita grazie alla terapia ormonale sostitutiva.


Foto| Via Pinterest

  • shares
  • Mail