Melanoma, la cura in un colorante?

Da un colorante arriva la possibile cura per il melanoma? Ecco o risultati di una interessante ricerca

melanoma-cura.jpg


La cura per il melanoma potrebbe essere racchiusa in un colorante utilizzato in medicina? Ad avanzare questa ipotesi sarebbero stati alcuni ricercatori del Moffitt Cancer Center, che attraverso uno studio sarebbero giunti a questa interessante conclusione, ovvero che il melanoma (uno dei tumori della pelle più difficili da sconfiggere) potrebbe essere combattuto proprio grazie al colorante in questione, ovvero il "Rosa Bengala", sostanza generalmente utilizzata in campo oculistico per rendere più evidenti eventuali anomalie all'interno dell'occhio. 

Le sperimentazioni sono state condotte per il momento solo su modello animale, ma stando a quanto riportato sulle pagine della rivista "PLoS One", pare che iniettando questa sostanza, sia effettivamente possibile ridurre le dimensioni e la diffusione del tumore.


 


I ricercatori hanno iniettato la sostanza su delle cavie con melanoma, ed avrebbero poi constatato che le lesioni cutanee tumorali si sarebbero effettivamente ridotte in maniera evidente. Inoltre, pare che questo colorante potrebbe essere addirittura più sicuro dei farmaci attualmente impiegati per il trattamento del melanoma.


 


In un comunicato del Moffitt's Immunology Program, il dottor Shari Pilon-Thomas ha spiegato come stanno procedendo lui ed il suo team di ricerca. "Al momento siamo nel bel mezzo del nostro primo test clinico umano con il PV-10 per i pazienti con melanoma avanzato. - ha spiegato lo studioso - Oltre a monitorare la risposta dei tumori del melanoma alle iniezioni, stiamo misurando anche lo slancio nelle cellule immunitarie antitumorali dei pazienti dopo l'iniezione".


 


Foto | GettyImages


via | La Stampa

  • shares
  • Mail