I tumori del sangue quali sono? I sintomi e le terapie più efficaci

I tumori del sangue sono le leucemie, i linfomi e i mielomi, che possono manifestarsi in forme più o meno gravi. Vediamo i sintomi

Tumori-del-sangue.jpgI tumori che colpiscono il sangue sono le leucemie, i linfomi e i mielomi, neoplasie che possono manifestarsi in forma acuta e cronica con diversi gradi di gravità.


In generale, queste forme tumorali colpiscono il midollo osseo nel momento in cui produce le cellule ematiche principali, ovvero i globuli bianchi e i globuli rossi, provocando una sorta di "distruzione" del sangue stesso.

Partiamo con il parlare delle leucemie, che colpiscono i globuli bianchi, o leucociti, del sangue (che sono le cellule ematiche che fanno parte del nostro sistema immunitario insieme con gli anticorpi prodotti nei linfonodi), o le cellule staminali da cui si originano a livello di midollo osseo. Le leucemie possono essere linfoidi o mielodi, a seconda dei globuli bianchi (o loro precursori), colpiti, e manifestarsi in froma acuta (più grave e aggressiva), o in forma cronica. I leucociti cancerosi si moltiplicano nel sangue provocando sintomi tra cui:



  • Febbre o febbriciattola

  • Anemia 

  • Dimagrimento

  • Formazione di ematomi e lividi spontanei

  • Sanguinamenti e ulcerazioni che non guariscono (come le ferite e le infezioni del cavo orale)

  • Debolezza


Le forme croniche di leucemia talvolta non necessitano di alcuna cura specifica, ma semplicemente di essere monitorate, mentre le leucemie acute si affrontano con terapie oncologiche a base di farmaci chemioterapici. Oggi sconfiggere anche le forme più aggressive di leucemia è possibile.


I linfomi e la malattia di Hodgkin sono dei tumori che colpiscono i globuli bianchi a livello di linfonodi, ovvero di sistema linfatico. Infatti il primo sintomo di queste forme di cancro è spesso solo un anomalo ingrossamento delle linfoghiandole. Anche in questo casi parliamo di tumori che possono avere gradi di malignità diversi, e che spesso sono poco aggressivi, tanto da poter essere controllati con facilità.


Tuttavia, sia la malattia di Hodgkin che in generale i linfomi, tendono facilmente a recidivare una volta sconfitti, ripresentandosi in forme più aggressive delle precedenti, per questo è importante che chi ne sia stato colpito si tenga costantemente sotto controllo.


Il mieloma è un cancro che colpisce il  midollo osseo piuttosto raro ma grave, che interessa anche le ossa e i reni  i cui sintomi sono molto dolorosi. Si cura con la chemioterapia in dosi forti e, laddove possibile, con il trapianto delle cellule staminali del midollo osseo, una soluzione sempre più praticata con successo soprattutto sui pazienti giovani. 


 


 


Foto| Getty Images

  • shares
  • Mail