Occhialini 3D sconsigliati per i bambini sotto i sei anni

Usare gli Occhialini 3D in maniera consapevole è importante, ecco quindi cosa fare e cosa non fare

occhiali-3d-bambini.jpg


Occhialini 3D: quando e soprattutto come devono essere usati? A fornire utili consigli in merito a questi particolari strumenti sono stati i Ministeri dello Sviluppo Economico e della Salute, che hanno reso noto le norme di sicurezza per il loro utilizzo in casa. Ebbene, in primo luogo, gli occhiali 3D non dovranno essere utilizzati dai bambini al di sotto dei 6 anni di età. 

In secondo luogo, il consumatore, colui che si reca ad acquistare un televisore con tecnologia 3D o un paio di occhiali del genere, deve essere informato in merito a quali siano le norme da seguire per la propria sicurezza. Fra le norme in questione, vi è naturalmente quella igienica: gli occhiali vanno puliti e disinfettati regolarmente, specialmente se si presentano particolari infezioni oculari. Inoltre, tali dispositivi andranno utilizzati, per chi ha problemi alla vista, insieme alle normali lenti.


 


Gli occhiali 3D non dovrebbero essere indossati per un tempo eccessivo (al massimo quello della durata del film), e dovranno essere portati solamente per il loro scopo specifico. Nel caso in cui l'oggetto contenga delle parti ingeribili, dovrà naturalmente essere tenuto alla larga dai bambini.


 


Se durante l'utilizzo, vi rendete conto di avere dei problemi alla vista, dovrete togliere gli occhialini, e se il disturbo dovesse persistere, contattare il medico oculista prima possibile.


 


Tali avvertenze sarebbero state formulate sulla base del parere del Consiglio Superiore di Sanità, e a breve dovranno essere inserite in un vero e proprio 'bugiardino' che accompagnerà gli occhialini in questione, al fine di evitare il rischio di danni alla vista per il consumatore.


 


via | Corriere


Foto | da Pinterest di Beatriz Mora

  • shares
  • Mail