I sintomi della leucemia e le cure migliori

La leucemia, o meglio le leucemie, sono forme tumorali che colpiscono il midollo osseo e il sangue. Vediamone i sintomi e le cure

Immagine di anteprima per Leucemia-sintomi.jpgLa leucemia è anche definita cancro del sangue, infatti nelle forme peggiori, questa neoplasia provoca la distruzione delle cellule ematiche e del midollo osseo. Di leucemia ne esistono diversi tipi, e diverse sono anche le cure a seconda della gravità e aggressività del male.


Vediamo i sintomi principali con cui questa malattia del sangue si manifesta, come si arriva alla diagnosi, e le possibili terapie per curarla e (possibilmente) guarirla, o per lo meno tenerla sotto controllo.

A seconda delle cellule staminali midollari colpite dalla neoplasia, la leucemia si divide in due tipi, ovvero:



  • Leucemia linfocitica: colpisce le cellule linfoidi, quelle che sono destinate a diventare linfoblasti, ovvero globuli bianchi come i linfociti e i monociti

  • Leucemia mieloide: colpisce le cellule mieloidi, quelle che diventerebbero mieloblasti, potenzialmente trasformabili in tutte le cellule ematiche, dai globuli rossi ai leucociti alle piastrine


Le leucemie linfoidi e mieloidi, poi, possono manifestarsi in forma acuta (talvolta fulminante) o cronica, a seconda dell'aggressività e della rapidità di progresso del male. Vediamo i sintomi principali di questa forma tumorale:



  • Linfonodi ingrossati non dolenti

  • Mal di testa

  • Anemia

  • Comparsa di ematomi e lividi spontanei

  • Febbre o febbriciattola

  • Dimagrimento inspiegabile

  • Capogiri

  • Debolezza estrema

  • Gengive sanguinanti, ulcere della bocca che non si rimarginano, comparsa di herpes sul labbro

  • Dolori articolari e ossei

  • Fegato e milza ingrossati

  • Infezioni ricorrenti


Dinanzi ad una simile sintomatologia, meglio appurare subito le condizioni di salute di chi la manifesti attraverso le analisi del sangue. In caso di sospetta leucemia si procederà all'aspirazione di poche cellule del midollo osseo da analizzare in laboratorio. Come si curano le leucemie? Dipende dalla gravità. Ad esempio le forme meno aggressive e di tipo cronico si possono semplicemente monitorare tenendo il paziente in condizione di "attesa vigile".


Quando e se i sintomi dovessero peggiorare, si incomincerebbe subito una terapia adeguata. Per le leucemie linfoidi e mieloidi acute e a rapido progresso, invece, le soluzioni sono le cure oncologiche classiche come la chemio o la radioterapia, oppure c'è l'opzione trapianti. Per avere la meglio su queste forme di cancro del sangue esiste la possibilità di sottoporsi ad un trapianto di midollo osseo o di cellule staminali da un donatore compatibile. Se l'intervento riesce, si può guarire completamente. 


 


 


Foto| Getty Images

  • shares
  • Mail