Sport: antiossidante del vino ne riduce i benefici

Un antiossidante contenuto nel vino potrebbe ridurre gli effetti benefici dell'attività fisica

Vino-rosso-uva.jpg


Un composto antiossidante contenuto nell'uva rossa, e di conseguenza anche nel vino rosso, potrebbe limitare i potenziali benefici dell'esercizio fisico sugli over sessantacinque. A renderlo noto sarebbe stato uno studio condotto dai ricercatori dell'Universita' di Copenaghen e pubblicato sul 'Journal of Physiology', secondo cui, nei soggetti più anziani, il composto naturale noto con il nome di resveratrol (conosciuto come un possibile composto anti-invecchiamento dagli effetti straordinari), bloccherebbe addirittura i benefici cardiovascolari derivanti dall'attività fisica, fra i quali la riduzione della pressione sanguigna e quella del colesterolo.

La ricerca è stata condotta su un campione di 27 uomini di circa 65 anni di età, fisicamente inattivi, tutti monitorati per un periodo di 8 settimane. Durante queste 8 settimane gli uomini hanno seguito un allenamento ad alta intensità. La metà di loro ha inoltre assunto 250 mg di resveratrolo al giorno, mentre l'altro gruppo ha ricevuto una pillola "placebo", che non conteneva dunque alcun principio attivo.


 


"Abbiamo scoperto che l'esercizio fisico è molto efficace nel migliorare i livelli di salute cardiovascolare, ma il supplemento di resveratrolo ha attenuato gli effetti positivi per quanto riguarda diversi parametri, tra i quali la pressione arteriosa, la concentrazione dei lipidi plasmatici e il massimo consumo di ossigeno."


 


Da ciò emerge chiaramente che non sempre gli "antiossidanti" rappresentano la soluzione a tutto, e che, anche quando si parla di sostanze che fanno bene alla salute, se assunti in maniera eccessiva possono sortire l'effetto contrario.


 


Foto | da Pinterest di Autina Celi Silva


via | Health24

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: