Bere acqua fa bene al cervello

L'acqua aumenta le prestazioni cerebrali soprattutto quando è richiesta una risposta rapida

acqua-effetti-benefici.jpg


Sapevate che bere acqua fa bene al cervello? A dimostrarlo ci ha pensato uno studio ad opera dei membri della "University of East London" e della "University of Westminster", secondo cui, fra gli effetti negativi della disidratazione, vi sarebbero anche quelli che riguardano le prestazioni cognitive. Attraverso le loro analisi, i ricercatori avrebbero inoltre constatato che l'acqua aiuterebbe il cervello soprattutto in relazione alle prestazioni cerebrali che richiedono una risposta rapida, e che l'azione benefica dell'acqua sul cervello sarebbe efficace in particolar modo nel momento in cui siamo assetati. 

Ma come avranno fatto i ricercatori a giungere a conclusioni del genere? Presto detto. Per la loro ricerca, i cui risultati sono stati pubblicati sulle pagine di "Frontiers in Human Neuroscience", gli scienziati hanno reclutato un campione di 34 volontari, che non avevano né mangiato né bevuto per un'intera notte. Dopodiché, i volontari sarebbero stati sottoposti a dei compiti di memoria, attenzione, apprendimento e tempi di reazione.


 


In seguito, la reazione del campione di volontari sarebbe stata testata con un'alimentazione che prevedeva una sola barretta di cereali o una barretta e un bicchiere d'acqua. Ebbene, a quanto pare i tempi di rezione in coloro che avevano bevuto l'acqua sarebbero stati incrementati del 14%, soprattutto nei soggetti che si erano detti assetati.


 


Insomma, a quanto sembra l'ormai ben nota raccomandazione di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno non sarebbe importante solo per il corpo, ma anche per la nostra mente. Un buon motivo in più per seguire questa semplice regola, non trovate? 


 


Foto | da Pinterest di Katie Arritt


via | Agi

  • shares
  • Mail