Bruciori e dolori al seno, quando preoccuparsi?

Non è raro che una donna sperimenti dolori e bruciori ad uno o ad entrambi i seni. Vediamo le possibili cause e quando è il caso di preoccuparsi

Dolori-al-seno.jpgIl seno delle donne è molto delicato, può episodicamente diventare dolente, gonfiarsi o irritarsi. Dolori e bruciori possono infatti preoccupare, ma nella maggior parte dei casi non sono indicativi di patologie gravi.


Un caso per tutti: il classico indolenzimento che precede l'arrivo delle mestruazioni, quando l'azione degli ormoni produce una ritenzione idrica che nel caso del sono va a comprimere le ghiandole mammarie, provocando dolore.

Il termine medico che indica proprio il dolore al seno è mastodinìa, e può essere ciclica, quindi colpire le donne in età fertile in concomitanza con il ciclo mestruale, oppure non ciclica. Nel primo caso le ragioni del fastidio, talvolta molto intenso, sono benigne, come anticipato. Sia la settimana che precede l'arrivo delle mestruazioni, che, in alcune donne, anche i gorni dell'ovulazione, sono caratterizzati proprio da un gonfiore della mammella, una ipersensibilità soprattutto dell'area del capezzolo, e talvolta un vero e porprio dolore che si irradia fino alle ghiandole ascellari e viene accentuato dalla compressione del reggiseno.


L'assuzione della pillola anticoncezionale in alcuni soggetti peggiora il fenomeno. Se la mastodinìa ciclica non deve destare particolare preoccupazione, quella non ciclica, sebbene ugualmente benigna nella maggior parte dei casi, deve essere valutata se ricorrente o non legata a fattori fisiologici specifici, come ad esempio la gravidanza e l'allattamento. In genere insorge più tardi rispetto alla mastodinià ciclica, ovvero dopo i 40 anni e in tutta la fase che precede la menopausa, mentre sembra diminuire, percentualmente, dopo i 60 anni. In questi casi il dolore può essere lieve o intenso ma sempre percepito come delle fitte che possono essere localizzate nell'area del capezzolo o in tutta la mammella.


Spesso queste fitte, questi bruciori sono del tutto benigni, come vengono passano. In alcuni casi, però potrebbero essere spia della presenza di un nodulo o di una cisti, oppure di un altro disturbo chiamato estasia duttale, legato alla menopausa e all'invecchiamento del seno. Il cancro alla mammella molto difficilmente provoca dolore, ma ogni volta che si percepiscono dellle modifiche del proprio seno, se duole in modo ricorrente, meglio togliersi ogni dubbio e sottoporsi ad una semplice visita senologica.


 


 


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail