Il fegato grasso, le cause e le cure più efficaci

Si chiama steatosi epatica, e indica quella particolare predisposizione del fegato di ricoprirsi di grasso. Vediamo le cause e le cure

Fegato-grasso.jpgIl termine medico è steatosi epatica, ovvero quello che comunemente definiamo un "fegato grasso". Si tratta della tendenza di questa grossa ghiandola del nostro corpo che fa parte del sistema digestivo, di ricoprirsi, letteralmente, di grasso (che raggiunge o supera il 4% dell'intero peso dell'organo), e che si manifesta più frequentemente in soggetti tendenti al sovrappeso e al diabete. 


Tuttavia, dal momento che la steatosi epatica è asintomatica, anche soggetti apparenetmente normopeso o con, tutt'al più, un po' di pancetta, possono "nascondere" questo problema per anni senza mai accorgersene. L'assenza di sintomi del fegato grasso, però, non significa che sia una condizione del tutto benigna, perché l'accumulo lipidico può comunque rallentare o compromettere la funzionalità epatica.

Perché il fegato si ricopre di grasso? All'origine della disfunzione ci possono essere diverse cause e fattori di rischio, tra cui:



  • Alimentazione troppo ricca di grassi animali che il fegato non riesce a smaltire e che quindi finiscono per accumularsi sui tessuti

  • Sindrome metabolica e insulino-resistenza

  • Diabete

  • Familiarità

  • Età compresa tra i 40 e i 60 anni 


Di solito ci si accorge di soffrire di steatosi epatica del tutto casualmente, ovvero sottoponendosi ad altri accertamenti. Quali sono le possibili conseguenze del fegato grasso sualla salute? Dipende dai casi, talvolta (soprattutto quando il problema sia di natura congenita o non associato a obesità) non comporta nessun disturbo particolare, ma talatra può provocare un'infimmazione del fegato chiamata steatoepatite.


Quest'ultima, a sua vlta, può provocare gravi danni al fegato aprendo le porte ad una cirrosi, e quidi alla distruzione dell'organo. Come si cura il fegato grasso? In genere i medici tendono ad evitare una terapia farmacologica, a meno che non si sia già verificata un'infiammazione.


Per ridurre gli accumuli di grasso e mettere a riposo il fegato, la cosa migliore è curare l'alimentazione e ridurre gli altri fattori di rischio, come l'obesità e la sindrome metabolica. Quindi la dieta di chi soffra di steatosi epatica si baserà su cibi disntossicanti e poveri in grassi saturi, con tanta frutta e verdura, cereali integrali, olio extravergine d'oliva a crudo, pesce e carni magre, possibilmente bianche.


E' importante, infatti, ridurre il livello ematico di trigliceridi e di colesterolo. Anche una regolare attività fisica, associata ad uno stile di vita salutare e all'astinenza dall'alcool e dal fumo, aiutano il fegato a smaltire i grassi accumulati e a depurarsi. Se fosse necessario perdere peso, però, attenzione alle diete drastiche, che possono accentuare il problema. Meglio dimagrire in modo lento e progressivo fino al raggiungimento del peso forma.


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail