I sintomi della distrofia muscolare nei bambini e negli adulti

La distrofia muscolare è una malattia degenerativa che colpisce i muscoli. Ne esistono diverse varianti che possono insorgere in età infantile o da adulti. Vediamo i sintomi

Sintomi-distrofia-muscolare.jpgLa distrofia muscolare è una malattia degenerativa che colpisce la muscolatura del corpo, portando, nei casi più gravi, a non camminare più e a coinvolgere nel processo di indebolimento anche il muscolo cardiaco.


Tuttavia, non sempre soffrire di distrofia muscolare è sinonimo di immobilità, di atrofia completa dei muscoli, perché in realtà di questa patologia genetica ne esistono numerose varianti

Per poter rallentare il decorso della malattia, che comunque è cronica e progressiva, esistono ormai molte cure, grazie alle quali è possibile condurre una vita se non proprio normale, comunque attiva, a patto di giungere precocemente alla diagosi. Le distrofia muscolare più grave è quella che colpisce in età infantile, detta di Duchenne, di origine ereditaria per linea maschile. Vediamo i sintomi della malattia nei bambini:



  • Difficoltà nei movimenti

  • Camminata "ciondolante"

  • Pancia in fuori 

  • Tendenza a scoliosi o lordosi marcate

  • Stanchezza


Di distrofia muscolare Duchenne non si guarisce, ma si possono alleviare i sintomi con adeguate terapie cortisoniche. Esiste anche una forma meno seria di distrofia muscolare di bambini, con sintomi più sfumati e meno invalidanti, chiamata disrofia di Becker. Veniamo alla distrofia muscolare negli adulti, molto meno frequente. In questo caso, però, può colpire sia gli uomini che le donne e si distingue in tre tipologie principali, vediamone i sintomi. 



  • La distrofia fascioscapolomerale (insorge nell'adolescenza o nella prima età giovanile). Dal momento che questa patologia interessa il viso, le spalle e il collo, ovviamente l'indebolimento muscolare sarà visibile in queste zone. Il soggetto apparirà rigido in viso (per via dell perdita parziale di mobilità facciale), con le spalle cascanti. Questa distrofia si può tenere a bada con le medicine e spesso rimane stabile per molti anni

  • Distrofia dei cingoli. Questa specifica forma di distrofia colpisce i muscoli della zona scapolare e pelvica, e può insorgere anche da bambini. I sintomi sono un progressivo indebolimento dei muscoli di spalle (prima) e dei  fianchi (poi). Come per tutte le distrofie non si guarisce, ma grazie alle terapie si può rallentarne il decorso

  • Distrofia miotonica. In questo caso tutti i muscoli del corpo si indeboliscono progressivamente (anche se non in modo del tutto  invalidante), e il sintomo più evidente risulta l'incapacità di rilassare il muscolo, di decontrarlo. Si può gestire in modo egregio con le terapie


 


Foto| Getty Images

  • shares
  • Mail