Cos'è l'ascesso e come si cura

L'ascesso è una sacca piena di pus provocata da un agente infettivo. Vediamo dove si forma e come si cura

Ascesso.jpgL'ascesso è un processo infettivo suppurativo che provoca la formazione di una sacca di pus nella zona colpita.


Il più comune è l'ascesso dentale o gengivale, ma qualunque punto della pelle, delle mucose o anche degli organi interni può essere sede di ascessi, più o meno dolorosi e più o meno preoccupanti. Vediamo tutti i vari tipi di ascesso e come si curano.

 


A seconda delle zone del corpo in cui può formarsi l'ascesso, distinguiamo:



  • Ascesso cerebrale 

  • Ascesso della pelle

  • Ascesso dentale

  • Ascesso anale

  • Ascesso di Bartolini (si forma nelle ghiandole di Bartolini, ai lati della vagina)

  • Ascesso del midollo osseo spinale

  • Ascesso polmonare


In genere la causa scatenante di ogni ascesso, piccolo o grande che sia, è un'infezione batterica, e i germi che più comunemente provocano questa infiammazione purulenta sono lo stafilococco e lo streptococco. Quali sono i sintomi dell'ascesso? Dipende dall'area del corpo in cui sviluppano. Quelli che si formano sottopelle sono piccoli noduli rigonfi e dolorosi, anche i brufoli infiammati dell'acne sono dei piccoli ascessi innocui, ma se il bozzo si sviluppa internamente, allora i sintomi potrebbero essere più difficili da interpretare.


Ad esempio un ascesso intestinale potrebbe provocare dolore addominale, febbre, sensazione di fastidio, birividi e dimagrimento. Un ascesso che si formi nel cervello, invece, potrebbe provocare mal di testa, vertigini e disturbi neurologici. Quando si forma internamente, un ascesso in genere è provocato da un'infezione batterica partita da un'altra parte e "migrata" attraverso il flusso sanguigno. Come si cura questo specifico disturbo?


Anche in questo caso, dipende. Gli ascessi piccoli e benigni, come quelli che si formano sulla pelle a seguito di ferite, o gli orzaioli dell'occhio, possono guarire da soli dopo qualche giorno e un po' di disinfezione ordinaria. Tuttavia, per quelli più pericolosi, ovvero che possono creare infezioni sistemiche propagando i batteri dal focolaio originario (tra cui gli ascessi dentali e gengivali), il medico prescrive sempre una cura antibiotica specifica. Talvolta, per drenare il pus e ripulire l'area, ad esempio in caso di ascessi che si sviluppino in organi interni, si rende necessaria un'operazione chirurgica.


 


Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail