I rimedi immediati contro la pressione bassa e quale dieta seguire

Debolezza, sudorazione fredda, senso di mancamento... la pressione bassa - o ipotensione - si annuncia con questi sintomi sgradevoli.

Va detto che una pressione sanguigna si può definire come "bassa", quindi veramente inferiore alla media, quando i valori della massima non superino i 90-100 mm HG, e quelli della minima si attestino attorno ai 50 mm HG.

Premettendo che non si tratta di una condizione di cui preoccuparsi più di tanto, soprattutto quando si manfesti in modo ricorrente in individui giovani e in buona salute generale, l'ipotensione crea comunque parecchio disagio. Chi ne soffre si sente debole, soprattutto al risveglio al mattino, quando fisiologicamente la pressione sanguigna è comunque più bassa, manifesta capogiri e sente ronzii alle orecchie, è inappetente e irritabile, il viso appare pallido. Anche le mucose, meno irrorate di sangue, sono pallide: interno degli occhi, lingua e labbra, unghie.


Quali sono le cause della pressione bassa e come porvi rimedio efficacemente? In genere si tratta di una condizione congenita (ed ereditaria), con cui si dovrà convivere per tutta la vita. Altre volte può esser determinata da condizioni di anemia, ad esempio una carenza di ferro. Veniamo alle cure per l'ipotensione. Dato che il disturbo compare soprattutto al mattino, il primo rimedio a nostra disposizione è costituito dalla prima colazione.


Un buon caffè forte, classico tonico della pressione (seppur blando) è certamante consigliato e comunica un certo benessere immediato, ma non è l'unica bevanda indicata. Ad esempio, molto efficaci sono il tè rosso Rooibos e il tè verde, ricchi di antiossidanti e regolatori della pressione, così come il karkadè (infuso del fiore di hibiscus) o il tamarindo. Inoltre, ottimi tonici sono il cioccolato fondente le banane.


Per quanto riguarda l'alimentazione vera e propria, oltre ad aumentare i cibi ricchi di ferro nella dieta,  se l'ipotensione è causata da anemia sideropenica, ricordiamoci dei potenti effetti regolatori del flusso ematico di aglio e cipolla, noti dall'antichità. Via libera anche agli integratori naturali, come quelli a base di minerali (soprattutto magnesio e potassio), di vitamine del gruppo B e di pappa reale


 


 


Foto| Getty Images