Le cause della galattorrea nell'uomo e i rimedi più comuni

La galattorrea è la secrezione di latte dai capezzoli, una condizione che, negli uomini, può essere sintomo di alcune patologie endocrine. Vediamo di approfondire

Galattorrea.jpgCon il termine galattorrea si indica la produzione di latte - meglio, la secrezione di latte dai capezzoli - non associata all'allattamento. Questa condizione anomala può interessare le donne, ma anche gli uomini, e in genere si tratta della conseguenza di uno squilibrio eondocrino.


In particolare si associa ad una iperprolattinemia, livelli troppo elevati dell'ormone prolattina. Ma quali sono tutte le possibili cause della galattorrea nell'uomo, e come si può rimediare?

Certamente si tratta di un problema quantomai imbarazzante, perché ritrovarsi con un seno gnofio che secerne latte può davvero minare l'autostima maschile, soprattutto quando capita durante l'adolescenza. Tuttavia, è bene specificare che la galattorrea è una condizione patologica reversibile, perché lo squilibrio ormonale che ne è all'origine si può curare. Intanto, vediamo quali sono le cause organiche della galattorrea maschile, la quale, va detto, è comuque molto più rara che nelle donne:



  • Disturbi della tiroide e in particolare ipotiroidismo

  • Effetto collaterale dell'assunzione di farmaci oppiodi, spicofarmaci e antipertensivi

  • Tumori dell'ipofisi (a lenti accrescimento), che determinano aumento dei livelli di prolattina e altri sintomi associati tra cui mal di testa e disturbi visivi


 


In genere la galattorrea maschile prevede la fuoriuscita di poche gocce di un liquido simile al latte o di colostro, precursore del latte di consistenza sierosa, e può essere collegato a ginecomastia (aumento delle dimensioni del seno). Inoltre, altri sintomi associati sono: calo del desiderio sessuale e, talvolta, impotenza. Come si cura la galattorrea nell'uomo? Agendo sul disturbo primario.


La prima cosa da fare è quella di sottoporsi a visite specialistiche e dosaggi ormonali, in modo da individuare eventuali patologie e carico della tiroide (inclusi tumori). Se questo fosse il problema, la galattorrea, e tutti i sintomi correlati, regrediscono con una terapia ormonale sostitutiva. Nel caso la secrezione lattea e l'iperprolattinemia sia determinata dall'assunzione di farmaci si potrà valutare la sospensione o la sostituzione del medicinale "incriminato". Eventualmente il medico potrà prescrivere la somministrazione di farmaci dopaminergici per egire direttamente sulla galattorrea.


Foto di Sebastian Fritzon per Flickr

  • shares
  • Mail