L'iperico funziona come antidepressivo?

L'iperico è una pianta medicinale dalle mille virtù, ma è indicato anche in caso di depressione? Scopriamolo insieme

Iperico.jpgL'iperico è una bella pianta spontanea con caratteristici fiori profumati di un color giallo intenso, i quali, oltre ad avere una gradevole estetica, sono anche ricchi di sostanze dal potere curativo.


Dall'iperico si ottengono diverse preparazioni benefiche, come l'olio, con spiccate proprietà antiage e cicatrizzanti, perfetto anche in caso di ustioni ed eritemi solari, e l'estratto secco per infusi, consigliato in caso di raffreddore e infezioni alle vie urinarie. Ma l'iperico ha un'altra indicazione d'uso: stati di depressione e disturbi dell'umore.

Per combattere condizioni di debilitazione psichica ed esaurimento nervoso, tendenze e sindromi depressive, anche post partum o legate alla menopausa, ad esempio, anziché correre a farsi prescrivere antidepressivi e psicofarmaci con effetti collaterali importanti, si può prima provare con gli integratori a base di fiori di iperico, un prodotto sicuro la cui efficacia è stata dimostrata da diversi studi clinici. Come funziona l'iperico come antidepressivo? Alcune sostanze antiossidanti  presenti nei suoi fiori - flavonoidi come ipericina, quercetina, rutina e iperoside - diventano i principi attivi dell'estratto secco (quello che si usa per preparare gli integratori alimentari) e della tintura madre, i quali agiscono a livello endogeno, ovvero devono essere ingeriti e assimilati dal nostro corpo.


Una volta "in circolo", queste sostanze agiscono sul cervello, inibendo la produzione degli ormoni che entrano in gioco nella depressione (in particolare dopamina e noradenalina) e al contempo innalzando i livelli di due altri ormoni "positivi": la serotonina, anche detta ormone del buon umore, e la melatonina, che regola il ritmo sonno-veglia e ci aiuta a combattere l'insonnia. Un effetto davvero notevole, considerando che stiamo parlando pur sempre di una pianta e non di uno psicofarmaco. Tuttavia, anche se si tratta di un prodotto sicuro, ci sono degli effetti collatarali da prendere in considerazione se decidete di assumere l'iperico per curare disturbi dell'umore. Ecco i principali:



  • Aumenta la fotosensibilità, perciò meglio evitare di esporsi al sole durante la cura

  • Riduce l'effetto contraccettivo degli anticoncezionali ormonali

  • Potenzia gli effetti degli antidepressivi chimici

  • L'assunzione va sospesa almeno 4 giorni prima degli interventi chirurgici perché l'iperico ha un effetto anticoagulante

  • Non si deve assumere in gravidanza e allattamento


Per quanto riguarda le dosi e le modalità d'uso, vediamo le indicazioni:



  • Tintura madre: 50 gocce in un bicchiere d'acqua da 1 a 3 volte al giorno per un periodo di tempo di almeno 2 mesi

  • Integratore alimentare: 500-800 mg (sotto forma di capsule) al mattino


 


 


Foto| di mira66 per Flickr

  • shares
  • Mail