Caffè e tè verde riducono il rischio di ictus

Tè verde e caffè insieme potrebbero proteggere il cervello dal rischio di ictus

Caffè-anti-ictus.jpg


Caffè e tè verde potrebbero rivelarsi degli ottimi rimedi contro il rischio di ictus. A renderlo noto sarebbe stato un maxi-studio pubblicato sulle pagine di "Stroke: Journal of the American Heart Association", e condotto in Giappone su un campione di ben 83.269 giapponesi adulti, di età compresa tra i 45 e i 74 anni. I partecipanti allo studio non presentavano malattie cardiovascolari o tumori, e sarebbero stati seguiti per un periodo di 13 anni, durante i quali sarebbero emersi dei dati piuttosto interessanti. Secondo quanto riportato infatti, coloro che bevevano una tazza di caffè al giorno vedevano ridursi del 20% il rischio di ictus, e del 30% il rischio di ictus emorragico; lo stesso vale per coloro che consumavano tre tazze di tè verde ogni giorno

Ma come potrebbe essere spiegato un simile fenomeno? Secondo gli esperti, probabilmente l'azione anti-ictus del caffè e del tè verde sarebbe da ricondurre alla presenza di acido clorogenico (antiossidante del caffè) e dalle catechine (antiossidanti presenti nel tè).


 


A dire la sua in merito alla recente scoperta ci avrebbe pensato lo stesso coordinatore dello studio Yoshihiro Kokubo del National Cerebral and Cardiovascular Center: "Questo - avrebbe dichiarato - è primo studio su larga scala che esamina l'azione combinata di tè verde e caffè sul rischio di stroke. E la buona notizia è che per difendersi basta un piccolo cambiamento degli stili di vita: aggiungere alla dieta una tazza di tè verde al giorno".


 


Infine, pare quindi che non sia escluso che combinando entrambe le bevande, inserite regolarmente parte della propria alimentazione, lo "scudo anti-ictus" possa rivelarsi ancor più efficace. 


 


via | La Stampa, Agi


Foto | Gettyimages

  • shares
  • Mail