L'aspirina può ridurre il rischio melanoma del 21%

Assumere aspirine potrebbe ridurre il rischio di melanoma. Ecco i risultati di un interessante studio

Immagine di anteprima per Aspirina-bicchiere.jpg


 


Assumere aspirine potrebbe ridurre del 21% il rischio di melanoma. Ad evidenziarlo sarebbe stato uno studio pubblicato sulle pagine della rivista "Cancer" della American Cancer Society. Secondo quanto riportato, pare che proprio questo famosissimo farmaco, grazie al suo effetto anti- infiammatorio, ridurrebbe il rischio di insorgenza di questo particolare tipo di cancro. Lo studio sarebbe stato condotto su un campione molto vasto, composto da ben 58.806 donne caucasiche di età compresa tra i 50 e i 79 anni, per un periodo di 12 anni di follow up.

Alle donne che hanno partecipato allo studio è stato chiesto quali fossero le medicine che assumevano, quale tipo di alimentazione seguissero e quale fosse l'attività fisica svolta. Ebbene, dopo aver analizzato i dati relativi al campione, gli studiosi statunitensi avrebbero constatato che le donne che assumevano un più alto numero di aspirine avrebbero avuto un rischio minore del 21% di sviluppare un melanoma rispetto a coloro che invece non ne facevano uso, o che comunque ne facevano un uso molto più ridotto rispetto alle prime.


 


Ma non finisce qui. Secondo quanto emerso infatti, assumere per un periodo prolungato questo particolare farmaco, avrebbe ulteriormente ridotto il rischio di cancro della pelle: dopo un anno il rischio scenderebbe dell'11%, tra uno e quattro anni del 22%, e oltre i cinque anni scenderebbe del 30%.


 


"Questo risultato - avrebbe spiegato l'autore dello studio, il dottor Jean Tang della Stanford University School of Medicine di Palo Alto - si aggiunge ad altri che lasciano intendere proprietà di prevenzione del cancro per l'aspirina".


 


via | America24


Foto | Flickr

  • shares
  • Mail