Dormire bene con i rimedi naturali, i consigli e la posizione giusta

Dormire bene a volte sembra un'utopia, ma qualche rimedio all'insonnia esiste. Mangiare leggero, un buon materasso e una tisana rilassante ci vengono in aiuto

Dormire-bene.jpgParliamo di un argomento caro a tutti noi: dormire. Anzi, dormire bene. Alzi la mano chi non ha mai sofferto, almento qualche volta nella vita, di insonnia o disturbi del sonno.


Si tratta di un problema molto diffuso che angustia persone di tutte le età, persino bambini e adolscenti. Come si fa a garantirsi un sonno di qualità, lungo il giusto e davvero "riposante"? Esiste una ricetta?

Se avessimo la risposta a questo importante quesito probabilmente ci meriteremmo il nobel per la medicina, peccato che, invece, una soluzione unica e definitiva per tutti non esista. Il sonno è una necessità fisiologica degli esseri umani, e quando manca le conseguenze sono deleterie sotto tutti i punti di vista. Chi dorme poco e male non ha energie, la sua mente si inceppa, il suo metabolismo "sballa", il suo equilibrio psico-fisico vacilla. Come fare per dormire bene?


Fermo restando che le ore di sonno "giuste" sono molto legate all'individualità, cosicché per alcuni sono sufficienti 6 ore, per altri ce ne vogliono 8, è la qualità ciò che conta. Vediamo qualche rimedio naturale e qualche regola di buon senso per garantirci una bella e sana dormita ogni notte. Innanzi tutto, occhio all'alimentazione. Per predisporre l'organismo al riposo notturno dobbiamo cercare di cenare non troppo tardi, preferendo cibi molto leggeri, che non appesantiscano lo stomaco ma che facilitino il processo digestivo.


Quindi via libera a frutta e verdura, legumi e cereali integrali, carne e pesce magri e stop a grassi, salumi, alimenti troppo salati o troppo dolci. Evitare l'alcool è anch'esso salutare, meglio tanta buona acqua naturale. Dopo cena, una buona idea è quella di concederci una tisana rilassante, a base di camomilla, tiglio, biancospino o melissa, facendo di questo momento di relax un piccolo rito "propiziatorio". Veniamo al momento topico, quello in cui ci infiliamo nel letto pronti a dormire. La scelta del materasso è importante, esso dovrebbe essere comodo e ben rigido, per non affaticare la schiena, e la temperatura della stanza non dovrebbe mai essere troppo calda o troppo fredda.


Attenzione anche a deumidificare l'aria in estate e ad umidificarla in inverno, quando i caloriferi tendono a renderla troppo secca. Eliminiamo i congegni elettronici dalla zona letto, perché i campi magnetici di pc e cellulari disturbano il sonno. Infine, scegliamo una posizione confortevole, le più consigliate sono supini o al limite di fianco, e mentre aspettiamo Morfeo, cerchiamo di svuotare la mente concentrandoci sul respiro. Se proprio di dormire non se ne parla... possiamo contare le pecore o leggere un buon libro. Ci vuol tempo anche per riabituarsi al sonno.


 


FOTO| Flickr

  • shares
  • Mail