Elisir di giovinezza: trovato il gene della longevità

E' stata identificata la "fonte molecolare dell'eterna giovinezza".

elisir-giovinezza-laboratorio.jpg


 


L'elisir di giovinezza esiste davvero? Non ancora, ma sembra che in merito alla questione si stiano facendo molti passi in avanti. A rivelarlo sarebbero stati gli studiosi della "Berkeley University", che hanno condotto una ricerca che potrebbe rendere reversibile il declino della funzione delle cellule staminali dovuto all'età. Lo studio, illustrato sulle pagine della Cell Reports, rocorda un po' il caso narrato nel film con Brad Pitt "Il curioso caso di Benjamin Button", in cui il protagonista è un uomo nato vecchio, che ringiovanisce pian piano. 

Nello specifico gli scienziati avrebbero identificato una "fonte molecolare dell'eterna giovinezza" e l'avrebbero studiata in laboratorio, trasferendo nelle cellule staminali del sangue di alcuni topi anziani il gene, il cui nome sarebbe "Sirt3", una proteina della classe delle sirtuine, che svolge un ruolo importante nel sostenere le vecchie cellule del sangue a fronteggiare lo stress. In seguito a tale terapia, nei topi anziani sarebbe aumentata la produzione di nuove cellule del sangue, come se appartenessero ad un organismo giovane.


 


"La scoperta - avrebbe spiegato Danica Chen, uno degli autori dello studio - apre la porta a potenziali trattamenti per le malattie degenerative legate all'età. Sapevamo già che le sirtuine regolano l'invecchiamento, - avrebbe quindi aggiunto lo studioso - ma il nostro studio è in realtà il primo a dimostrare come queste proteine siano in grado di invertire l'invecchiamento associato alla degenerazione. Penso che sia molto emozionante".


Insomma, come dicevamo, una scoperta del genere potrebbe davvero aprire le porte a potenziali terapie per combattere delle malattie degenerative legate all'età!


 


via | Tgcom24


Foto | Gettyimages

  • shares
  • Mail