Educazione cane: gli errori da evitare

Un episodio di comunicazione sbagliata tra proprietario e cane

comunicazione uomo cane.jpg L'altro giorno stavo facendo la consueta passeggiata mattutina col mio cane al parco. Insieme a me, altri proprietari e relativi quadrupedi. Uno dei cani, una cucciolotta di pochi mesi, era libera dal guinzaglio e si è messa a correre sulla pista ciclabile. In quel momento è passato un ciclista, il quale, per evitare la cagnolina, ha sterzato ed è finito per terra. 

Per fortuna non si è fatto nulla e il tutto si è risolto con una serie di insulti rivolti alla proprietaria della cucciola. Giustissimo, il ciclista aveva tutte le ragioni del mondo per arrabbiarsi: il cane non doveva essere tenuto libero in quella zona di parco. Alla fine della discussione, il cane viene rimesso al guinzaglio dalla proprietaria.


Rimango lì per qualche minuto, ma poi si fa tardi ed il mio cane ed io ci avviamo verso casa; in quel momento veniamo distratti da un "cai": ci giriamo e vediamo la proprietaria della cucciola che sgrida il cane e le tira una bella sberla. Facciamo dietro front per andare a fare due chiacchiere con la proprietaria (e ovviamente per interrompere quel comportamento così sbagliato e ingiustificato); la proprietaria si affretta a giustificarsi dicendo "deve imparare a non andare sulla pista ciclabile!". Ma il modo di spiegarlo al cane non è quello corretto...


1. Le punizioni fisiche non dovrebbero mai essere usate con gli animali! Non sono metodi educativi efficaci e pregiudicano il rapporto cane-proprietario.


2. Il cane non aveva nessuna colpa: la colpa era della proprietaria, che avrebbe dovuto evitare che il proprio cane camminasse sulla pista ciclabile, mantenendolo al guinzaglio.


3. Tra il fatto compiuto (cane che fa cadere un ciclista) e la punizione (anche se si fosse trattato di un semplice "NO") è passato troppo tempo: in quel momento il cane non ha sicuramente capito il motivo dell'arrabbiatura della proprietaria!


Lo so, con gli animali si commettono sbagli ben più gravi e i maltrattamenti sono altri... ma perché non iniziare evitando gli errori più banali?


LINK UTILI


Quando arriva in casa un cucciolo


Cani in ufficio

  • shares
  • Mail