Vacanze di Natale col cane: passaporto per andare all'estero

Se volete trascorrere le vacanze di Natale all'estero col vostro cane o col vostro gatto, muovetevi per tempo: servono microchip, passaporto e vaccinazione antirabbica

passaporto.jpg Per muoversi col proprio cane, gatto o furetto al di fuori del nostro Paese, dal 2004 è obbligatorio essere in essere in possesso del "Passaporto per animali da compagnia".


Si tratta di un documento di identificazione dell'animale, nel quale vengono riportati i dati del proprietario e dell'animale.

Per poter ottenere il passaporto e recarsi all'estero, è necessario che il Veterinario applichi all'animale un microchip: l'applicazione è sottocutanea (generalmente a livello delle regione sinistra del collo), tramite un'iniezione che non comporta dolore e sofferenza nell'animale e non richiede sedazione o anestesia. Inoltre, ricordiamo che l'applicazione del microchip e la relativa iscrizione all'Anagrafe Canina sono obbligatorie per tutti cani presenti sul territorio nazionale.


Per il passaporto è necessaria poi la vaccinazione antirabbica, da effettuarsi non prima dei tre mesi di età del cucciolo e a non meno di 21 giorni dalla partenza.


Gli altri vaccini non sono richiesti ufficialmente, ma è bene che gli animali vengano regolarmente vaccinati contro le più comuni malattie della specie.


Il passaporto è rilasciato dai Servizi Veterinari ASL, i quali controllano la leggibilità del microchip e il libretto sanitario per attestare la validità della vaccinazione antirabbica.


Se si desidera trasportare il proprio animale fuori dall'Unione Europea, sono necessarie altre certificazioni, come la titolazione anticorpale e alcuni trattamenti antiparassitari. Esistono poi alcuni Paesi (come Groenlandia e Giamaica) in cui è consentito l'ingresso solo ad animali nati e vissuti nel Regno Unito.


Molti Paesi hanno quindi normative differenti e, in ogni caso, la regolamentazione europea e internazionale relativa alla movimentazione degli animali è in continua trasformazione; quindi, per evitare problemi al confine, è bene informarsi al meglio prima di intraprendere un viaggio col proprio pet. 


LINK UTILI


Anche i cani possono viaggiare in treno


In auto col cane


"Viaggi a sei zampe"

  • shares
  • Mail