Ford B-Max, viaggiare in tutta sicurezza anche nelle metropoli

E' l'auto perfetta per la guida in città nel 21esimo secolo. Anche per chi abita nei centri urbani maggiormente congestionati.

bmaxsalute.jpg


Ford B-Max significa sicurezza, grazie all'Active City Stop presente sulla vettura. Si tratta di una tecnologia innovativa in grado di evitare incidenti alle basse velocità (per esempio, in mezzo al traffico cittadino). Basti pensare che su più di mezzo milione di incidenti in Francia, Germania, Inghilterra, Italia e Spagna, 60mila si verificano a causa di tamponamenti a bassa velocità. L'Active City Stop frena automaticamente in caso di collisione imminente, evitando il sinistro o i danni.


Roland Schaefer, esperto di sicurezza di Ford Europa, spiega: "I tamponamenti a bassa velocità sono uno degli incidenti più frequenti nel traffico urbano. Possono avvenire al semaforo, agli incroci o alle rotatorie. Anche a soli 15 km/h, un tamponamento può causare gravi lesioni ai tessuti molli del collo".


Dopo aver debuttato sulla Ford Focus, il sistema è stato montato anche sulla Ford compatta. Grazie a micro sensori, l'Active City Stop tiene sotto controllo strada e traffico, frenando automaticamente in caso di mancato intervento del guidatore e di collisione imminente. Durante i test, è stato dimostrato che vengono evitati completamente gli incidenti a 15 km/h e fortemente limitati i danni in caso di velocità inferiore ai 30 km/h.

Nel 2011, il sistema ha ricevuto uno speciale riconoscimento dall'Euro NCAP, autorità indipendente europea che analizza la sicurezza dei veicoli. Per la sicurezza, B-Max è ormai punto di riferimento tra le city car anche grazie all'alta tecnologia. A esempio, l'assistenza alla partenza in salita, che evita alla vettura di scivolare in caso di parcheggio o partenza su strada in salita. Negli spazi stretti, poi, la B-Max si muove facilmente grazie alle dimensioni compatte, alla posizione di guida elevata, al breve raggio di sterzata e alla telecamera posteriore. Joerg Beyer, Director Veicoli di Ford, a questo proposito, confessa: "La B-Max è l'auto perfetta per la guida in città nel 21esimo secolo. Anche per chi abita nei centri urbani maggiormente congestionati".


Ma Ford non si ferma qui in tema di sicurezza. E' stato sviluppato infatti il modello digitale del corpo di un bambino, utilizzato poi nei crash test (guarda qui il reportage blogosferico) per capire quali sono i danni esatti che una persona in tenera età subisce: "I nostri sistemi di sicurezza passiva sono stati sviluppati per limitare gli infortuni gravi e fatali che si verificano sulle strade, dimostrandosi particolarmente efficaci - dice Stephen Rouhana, responsabile tecnico per la sicurezza nella divisione Ricerca e progettazione avanzata di Ford - ma gli incidenti che provocano lesioni non sono certo scomparsi. Maggiore è la nostra conoscenza del corpo umano, migliore è l'intervento che possiamo programmare per rendere più efficienti i nostri sistemi di protezione". Sono stati più di 40 i crash test a cui è stata sottoposta la B-Max per avere la conferma che i sistemi inediti di serrature e di bloccaggio e i rinforzi in lamiere ad altissima resistenza componevano una ragnatela solida di protezione dell'abitacolo dalle intrusioni laterali.


Infine, non si può non accennare al Sync - Emergency Assistance: un computer digita automaticamente i numeri di emergenza in caso di incidente. Nel 2012 questo sistema ha ottenuto il Global Mobile Award. Consente anche la lettura in vivavoce dei messaggi di testo sms ricevuti da un cellulare, e permette di utilizzare una gran varietà di lettori musicali digitali, tra cui l'iPod e l'unità flash Usb. E ancora: aggiorna automaticamente le voci nella rubrica telefonica, mentre i file audio possono essere sfogliati per genere, artista, album, canzone e playlist utilizzando semplici comandi vocali.


Tornando alla tecnologia che permette di chiamare i soccorsi in caso di incidente, vediamo esattamente come funziona. L'attivazione di un airbag, o del blocco di emergenza della pompa del carburante nella vettura, fa partire automaticamente una telefonata di emergenza, con un messaggio preregistrato, tramite il telefono cellulare connesso via Bluetooth. Il sistema identifica anche le coordinate della posizione dell'auto tramite l'unità GPS di bordo, e le comunica direttamente agli operatori dei servizi d'emergenza, evitando le perdite di tempo causate dal passaggio attraverso altri centri servizi.


Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza Ford B-Max: per viaggiare in tutta sicurezza


Iniziativa realizzata in collaborazione con Ford Italia.

  • shares
  • Mail