Condominio animali: tutto sulla nuova normativa

Da fine anno nessun regolamento condominiale potrà vietare la detenzione di animali domestici.

condominio.jpg La Camera dei Deputati ha approvato un'integrazione dell'articolo 1138 del Codice Civile: nessun divieto alla detenzione di animali domestici nei condomini.


La nuova normativa entrerà in vigore solo dopo il passaggio al Senato e la Pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ma già ora le famiglie che in Italia vivono con cani e gatti possono festeggiare.

E festeggia anche la LAV (Lega Anti Vivisezione), il cui presidente Gianluca Felicetti afferma che "questo nuovo principio legislativo assicura anche la fine delle cause per il passaggio nelle scale e l'utilizzo degli ascensori da parte dei quattro zampe, una pace sociale che dovrà essere rispettata da tutti, senza alcun dubbio interpretativo".


La normativa sottolinea la differenza tra animali domestici ed esotici, affermando la piena libertà di detenzione dei primi (cani, gatti, criceti, ecc.) e il divieto di possedere animali esotici come serpenti e grossi felini.


Rimane la piena responsabilità dei proprietari relativamente al controllo e alla conduzione del proprio animale, ma quando la normativa entrerà in vigore nessuno potrà più lamentarsi se l'inquilina del 5° piano prende l'ascensore col proprio alano di 80 Kg. E soprattutto si sarà fatto un ulteriore passo in avanti per la tutela del rapporto uomo-animale. 


LINK UTILI


Liti condominiali per animali


Animali avvelenati in condominio


Avere un cane e cercare casa

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: