Riforma della sanità: medici di base e pediatri pronti allo sciopero

Il "decretone Sanità" non piace a medici di base e pediatri che minacciano addirittura lo sciopero

medici-decreto-2012-infophoto3.jpg


Sono in corso i lavori sul "decretone Sanità" che sarà presentato il prossimo 5 settembre al Consiglio dei ministri. (Foto Infophoto)

Ma i medici sono già sul piede di guerra, dopo che gli assessori alla Sanità delle Regioni, hanno chiesto delle modifiche al testo.


I medici si sono dichiarati "uniti e determinati nel contrastare lo stravolgimento da parte delle Regioni del Decreto Balduzzi" dove "i conflitti di competenza e di potere prevalgono sui contenuti messi insieme in modo raffazzonato, senza tenere conto degli effetti devastanti che potrebbero determinare".


In sostanza i medici di famiglia non accettano che, negli emendamenti delle regioni, il medico convenzionato possa diventare dipendente, che le aggregazioni di medici non siano più obbligatorie, e i tetti di spesa ai medici singoli e aggregati. 


L'assessore del Veneto alla sanità Luca Coletto, che coordina anche gli assessori regionali alla Sanità, spiega:


"I medici di base, in linea di principio, difendono i propri diritti ma in un momento come questo di difficoltà è opportuno che tutti si siedano a un tavolo con il fine di dare un miglior servizio ai cittadini, e io parlo per i veneti".


LINK UTILI


Decreto liberalizzazioni: medici e farmacisti si preparano allo sciopero.


Governo Monti: bambini dal medico di base a 7 anni.


Decreto liberalizzazioni: medici e farmacisti si preparano allo sciopero.


Governo Monti: bambini dal medico di base a 7 anni.


Governo Monti riforme: ecco le tasse che colpiscono i vizi.

  • shares
  • Mail