Contraccezione permanente: Essure, in cosa consiste e dove viene praticata

Un'alternativa valida alla chiusura delle tube, come contraccezione permanente. Nel post ti spieghiamo come funziona

ESSURE-contraccezione.jpg


Abbiamo già parlato, qui su Scienza e Salute 2.0 di contraccezione permanente, proponendovi un'alternativa all'operazione di chiusura delle tube.

Sto parlando di Essure®, un metodo contraccettivo permanente - efficace nel 99.74% - e non reversibile, che, lavorando con l'organismo per creare una barriera naturale contro le gravidanze, offre alle donne una risposta permanente nell'ambito della contraccezione che non prevede ormoni, incisioni, bruciature né possibili rischi legati ad un'anestesia generale.


In Italia è rimborsata al 100% dal Servizio Sanitario Nazionale.


La procedura può essere eseguita in un ospedale o in una clinica in meno di 10 minuti.


Ecco come funziona Essure®:


1)Un ginecologo certificato Essure® inserisce degli inserti morbidi e flessibili nelle tube di Falloppio. Non è necessaria alcuna incisione perché questi piccoli inserti sono inseriti attraverso la vagina e la cervice.


2)Durante le settimane seguenti, si crea una barriera naturale attorno agli inserti impedendo agli spermatozoi di raggiungere gli ovuli. Le ovaie continueranno a rilasciare gli ovuli ma questi saranno riassorbiti dal corpo.


3) Dopo tre mesi, si effettua un test di conferma. Questo test, a raggi X, verifica la posizione degli inserti e il blocco per dare la certezza alla paziente che non dovrà più preoccuparsi di una gravidanza indesiderata.


Per trovare un medico nella propria area, inviare una mail all'indirizzo info@essure.it.


LINK UTILI:


Contraccezione: il punto sull'Europa e sull'Italia.


Giù la maschera, pillola Yaz.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: