Dipendenza da Internet: Twitter e Facebook peggio di alcol e fumo

La dipendenza dal Web sarebbe più pericolosa di quella da alcol e fumo. Ma come si manifesta? E quali sono i rischi? Te lo spieghiamo nel post.

dipendenza-internet.jpg


La dipendenza da Internet è pericolosa quanto quella da alcol e fumo ed è in continuo aumento.


Man mano che cresce la diffusione della Rete, cresce anche il numero di chi, suo malgrado, non riesce a farne a meno.


E sono soprattutto i giovanissimi i più colpiti, complice l'uso smaliziato di smartphone attraverso cui si ha la possibilità di rimanere connessi 24 ore su 24.


Svariati studi hanno testimoniato la gravità del problema; l'ultimo, condotto da ricercatori della Booth School of Business dell'Università di Chicago, prendendo un campione di 250 persone, ha dimostrato come Facebook e Twitter creino più dipendenza di fumo e alcol


Proprio questa sera su Italia 1 a Le Iene andrà in onda un servizio che indaga su questo nuovo fenomeno e presenterà un nuovo centro specializzato nella cura della dipendenza dal Web.


Ma come può un genitore prevenire questo tipo di dipendenza intervenendo prima che sia troppo tardi?


Semplice, riconoscendone i "campanelli d'allarme" che - secondo il sito Navigare Sicuri di Telecom Italia - sono:


- Stanchezza eccessiva e cambiamenti repentini nelle abitudini del sonno


- Diminuzione dell'interesse per i giochi e le normali attività, cioè l'abbandono delle consuetudini e dei passatempi abituali  


- Isolamento dagli amici e distanza delle relazioni autentiche a favore di amici "virtuali"


 - Aggressività quando un educatore incomincia a fare domande sull'uso di Internet (di solito è un meccanismo di autodifesa per il timore di eventuali proibizioni o per il senso di colpa dovuto alla loro stessa mancanza di sincerità)  


- Profitto scolastico e utilizzo della logica improvvisamente in calo 


E ora un video con la testimonianza di una vittima di questa patologia:




LINK UTILI:


Dipendenza da Internet: come controllarla


Pornografia su internet genera anoressia sessuale: info utili


Malati di web: diagnosi semiseria, un'infografica

  • shares
  • Mail