Sicurezza bambini auto: foto e video dal Ford Family Safety Forum 2011

Ford sta sviluppando un modello digitale del corpo umano dei bambini per i futuri crash test. Nel post foto e video dal centro di sviluppo Ford.

Family_Safety_Forum_03.jpeg


Gli incidenti automobilistici sono la causa principale di morte per le persone di età compresa fra 4 e 34 anni. 

Lo sappiamo bene noi mamme che ogni giorno ci preoccupiamo per la sicurezza dei nostri bambini in auto, e lo sa bene anche Ford che sta sviluppando uno dei primi modelli digitali del corpo umano di un bambino.


Questi modelli saranno utilizzati nei futuri crash test virtuali, per - spiega Stephen Rouhana, Responsabile tecnico per la sicurezza nella divisione Ricerca e progettazione avanzata di Ford -  "capire meglio quali sono i traumi subiti dagli occupanti più giovani di un veicolo".


 "I nostri sistemi di sicurezza passiva sono stati sviluppati per limitare gli infortuni gravi e fatali che si verificano sulle strade, dimostrandosi particolarmente efficaci" - ha aggiunto Rouhana "Ma gli incidenti che provocano lesioni non sono certo scomparsi. Maggiore è la nostra conoscenza del corpo umano, migliore è l'intervento che possiamo programmare per rendere più efficienti i nostri sistemi di protezione".


Family_Safety_Forum_62.jpg Family_Safety_Forum_32.jpg Family_Safety_Forum_36.jpeg Family_Safety_Forum_35.jpg Family_Safety_Forum_01.jpg


Family_Safety_Forum_03.jpg Family_Safety_Forum_53.jpg Ford-for-Family-Life-09.jpeg Family_Safety_Forum_25.jpg Family_Safety_Forum_04.jpg


Abbiamo incontrato Stephen Rouhana presso il centro di sviluppo FordMerkenich (Colonia) in occasione del Family Safety Forum dove abbiamo assistito in diretta a un crash test:




I modelli digitali vengono utilizzati nella fase di ricerca, per sviluppare modi nuovi di migliorare l'efficacia dei sistemi di ritenuta comprendendo più a fondo i meccanismi che agiscono in caso di infortunio.


I modelli vengono costruiti gradualmente e per singola area (cervello, cranio, collo, cassa toracica, arti superiori e inferiori ecc.) con approfondite ricerche per ciascuna delle parti.


Dopo avere raccolto tutti i dati mediante tomografie e test anatomici, i ricercatori costruiscono il modello sezione per sezione, ricreando le diverse aree del corpo.


Il cervello della versione digitale adulta già esistente è stato realizzato a parte e nei minimi dettagli, riproducendo persino il tronco cerebrale, la materia grigia e il fluido tra gli strati. Successivamente, i componenti vengono assemblati, ricostruendo per intero il corpo umano, che a sua volta viene sottoposto ad approfondite verifiche. Dopodiché, ricorrendo a strumenti matematici e analitici e avvalendosi dei dati disponibili sulle proprietà dei tessuti umani tratti dalla letteratura medica e ingegneristica, i ricercatori sono in grado di stabilire gli effetti di una collisione, e i conseguenti effetti dei sistemi di protezione, sul corpo umano.


Qui un secondo video raccolto nel corso del Forum:



Link utili:


4 blogger, 2 Ford Focus, 1 Salone di Ginevra: la formula della "interazione" è servita


Progettare auto per donne in gravidanza: ci pensa Ford!


Incinta alla guida dell'auto? Ford ha pensato anche a te!


Allergie e auto: Ford crea vetture con materiali anallergenici (foto e video)

  • shares
  • Mail