Giornata nazionale contro il dolore: domenica 16 ottobre nelle piazze italiane

Domenica 16 ottobre nelle piazze italiane si celebrerà il primo appuntamento della "Giornata Nazionale contro il dolore". Nel post tutti i dettagli.

isal-dolore.jpg



Domani 16 ottobre, in 33 piazze italiane grazie al contributo di Melinda e con Fabio De Luigi come testimonial, si svolgerà la prima edizione della "Giornata Nazionale contro il dolore" promossa da Fondazione ISAL con l'obiettivo di diffondere sul territorio nazionale la cultura e la sensibilizzazione verso il dolore cronico.

Il dolore cronico è una vera e propria malattia ed è, quindi, anche un serio problema medico e sociale.


La Fondazione ISAL lo sostiene già dal 1993, anno della sua costituzione, e domenica 16 ottobre scenderà in 33 piazze italiane per incontrare la gente e portare ad essa la sua esperienza e il suo supporto. Sarà quindi un evento tra la gente e per la gente, il cui obiettivo primario sarà quello di far capire a chiunque che di dolore si può guarire e che la qualità della vita è un diritto irrinunciabile di ognuno di noi. Il diritto alla non sofferenza nel rispetto della dignità e dell'autonomia.


In ogni piazza coinvolta ci sarà un gazebo presidiato da volontari e medici che effettueranno, a chi interessato, degli screening gratuiti ed offriranno, laddove necessario, degli appuntamenti in ambulatorio per eseguire visite gratuite più approfondite.


Tutti i passanti saranno omaggiati con una mela Melinda e potranno anche ricevere una shopper piena di mele Melinda con un contributo minimo di € 5,00 che sarà devoluto alla ricerca e alla formazione nell'ambito della terapia del dolore grazie all'impegno costante e capillare della Fondazione ISAL.


Le 33 piazze coinvolte per questa prima edizione della manifestazione disegnano l'intero territorio nazionale e toccano le seguenti città: Agrigento, Alessandria, Benevento, Bologna, Borgo Val di Taro (PR), Brescia, Cagliari, Castel Franco Emilia, Cosenza, Falconara Marittima, Fermo, Ferrara, Firenze, Foggia, Genova, Giardini Naxos, Mertellago (VE), Milano, Modena, Napoli, Nichelino (TO), Padova, Palermo, Pavia, Rimini, Roma, Rovigo, Ruvo di Puglia (BA), Savignano sul Rubicone (FC), Torino, Trapani, Trento e Varese. In ognuna di queste città esiste un centro di riferimento ISAL che opera sul territorio, dando vita così ad un vero e proprio network nazionale di assistenza e cura del dolore.

Ulteriori informazioni sull'evento e sulle finalità della Fondazione ISAL sono reperibili sul sito istituzionale.

  • shares
  • Mail