Tumore al seno metastatico: una nuova terapia presentata in Svezia

Una nuova terapia contro il cancro al seno è stata presentata a Stoccolma. Maggiori informazioni sulla sperimentazione nel post.

T_DM1-1.jpg


Un nuovo studio presentato a Stoccolma in occasione del Congresso europeo di oncologia medica, lo stesso che ha insignito Umberto Veronesi del Lifetime Achievement Award 2011, come "pioniere fra i pionieri" nella lotta contro il cancro, potrebbe rivoluzionare i trattamenti terapeutici per la cura del tumore al seno metastatico.

La sperimentazione riguarda il T-DM1 (fonte immagine), un trattamento oncologico nuovo ed altamente specializzato, attualmente in fase di sviluppo, per il carcinoma mammario HER2-positivo in stadio avanzato, il primo di una nuova classe di potenti farmaci denominati farmaci anticorpo coniugati (ADC) o anticorpi armati.


Grazie alla loro natura di farmaci mirati - leggiamo in un documento dell'AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) - gli ADC consentono la somministrazione di chemioterapia altamente potente, altrimenti intollerabile.


T-DM1 è concepito per combinare i benefici clinici di trastuzumab con la chemioterapia altamente potente a base di DM1. Il DM1 si lega a trastuzumab mediante un linker stabile che mantiene T-DM1 intatto fino a quando raggiunge le cellule tumorali HER2-positive. L'esposizione delle cellule sane alla chemioterapia viene pertanto minimizzata.


Attraverso il suo meccanismo d'azione unico, il T-DM1 è  in grado di bersagliare specificamente le cellule tumorali HER2-positive, massimizzando il beneficio clinico e minimizzando gli effetti collaterali tossici, persino la perdita dei capelli!


Dai risultati di questo studio di Fase II emerge che il T-DM1 ha ridotto il tumore in un terzo delle donne affette da carcinoma mammario metastatico HER2-positivo in cui le opzioni terapeutiche si stavano esaurendo dopo che la malattia era peggiorata in seguito alle precedenti (spesso più di una) terapie.


Inoltre, il 45% delle donne ha ottenuto un beneficio clinico, definito come la scomparsa o la riduzione del tumore, o malattia stabile mantenuta per almeno sei mesi. 


Questi risultati sono straordinari in quanto dimostrano che T-DM1 riduce il tumore in donne che sono state fortemente pretrattate con diversi farmaci standard per questo tipo carcinoma mammario in stadio avanzato che si presenta come molto aggressivo.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: