Beatus ille qui procul negotiis

Mosaico della Domus di Dionisio (Museo Santa Giulia Brescia)  


Beato colui che, lontano dagli affari...


Orazio, Epodi, II, 1


Sono le parole iniziali di un epodo in cui viene celebrata la felicità di chi può vivere in campagna lontano dai "negotia", cioè gli impegni e gli obblighi della vita cittadina.


Il termine negotium indicava, nella cultura Romana, complessivamente tutte quelle incombenze che la società ci impone di svolgere, dalla propria professione agli impegni politici.


Orazio riteneva del tutto inutile sprecare le proprie energie in attività politiche od economiche, preferendo l'otium nelle sue proprietà di campagna.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: